About Us

A Bologna il film-documentario “Muro Basso”

13 Mar A Bologna il film-documentario “Muro Basso”

Al Cinema Odeon di Bologna, il 7 marzo è stato proiettato il film-documentario Muro Basso. Se la Decrescita è anche uno Spazio, di Enrico Masi e Stefano Migliore, prodotto dalla Caucaso, nato da una ricerca del Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università Bologna, finanziata dalla Regione. La pellicola si propone di definire percorsi didattici per l’educazione civica e la prevenzione di comportamenti mafiosi.
Muro Basso, che era stato apprezzato in anteprima a Torino il 2 febbraio scorsoaffronta infatti il tema del riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, che parte da una profonda lacerazione per far emergere una proposta di sviluppo sostenibile.
Il film-documentario si è avvalso anche della collaborazione del Gruppo Abele e di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Le riprese sono state realizzate nei campi di volontariato di Libera, nei beni confiscati alle mafie, a Cascina Caccia presso San Sebastiano da Po (TO),  Millepioppi di S.Nicomede, Comune di Salsomaggiore Terme (PR) e Torchiarolo (BR).
Muro Basso percorre un’Italia in cui l’impegno delle generazioni nuove cresce e prende corpo.
La ricerca – hanno dichiarato Luigi Guerra e Laura Corazza dell’Università di Bologna – ha prodotto materiale audiovisivo e multimediale per la formazione degli studenti e degli insegnanti, per un ripensamento delle relazioni sociali alla luce del rispetto dei diritti e per la generazione di comportamenti orientati alla responsabilità sociale.
Muro Basso – come hanno affermato i registi Enrico Masi e Stefano Migliore – è il luogo dove associamo per la prima volta il concetto di Decrescita ai Beni Confiscati. Crediamo di vedere in questo un piccolo Rinascimento, una rivoluzione lenta forse, ma possibile”.



Facebook

Twitter

YouTube