About Us

Ad Avigliana due giornate… illuminanti

15 Oct Ad Avigliana due giornate… illuminanti

saluteILLLe giornate del 10 e 11 ottobre alla Certosa 1515 di Avigliana hanno rappresentato il punto di partenza di un percorso con gli operatori delle aziende sanitarie, del privato sociale, studenti e cittadini, interessati ad accrescere le proprie competenze in tema di trasparenza e di lotta alla corruzione in ambito sanitario e a farsi promotori di un cambiamento necessario e prioritario. Nella prima giornata sono stati forniti strumenti e chiavi di lettura utili a conoscere e comprendere il fenomeno della corruzione. Alberto Vannucci, docente di Scienze Politiche presso l’Università di Pisa, ha delineato le teorie e i modelli di analisi del fenomeno della corruzione.
Gianfranco Domenighetti, economista e dottore in scienze sociali, ha illustrato i meccanismi e le principali tipologie di frodi, conflitti di interesse e corruzione, distinguendole tra quelle a impatto prevalentemente economico e quelle a impatto prevalentemente scientifico e clinico. Ivan Cicconi, direttore dell’Associazione Nazionale di Itaca (Istituto per la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale), ha descritto i meccanismi di trasparenza negli appalti e rischi di corruzione connessi a tali gestioni. I contributi teorici della prima giornata hanno permesso di introdurre alla normativa per la trasparenze e anticorruzione affrontata nella seconda giornata da Leonardo Ferrante, referente scientifico della Campagna Riparte il Futuro, e da Massimo Brunetti, Responsabile della Trasparenza dell’Azienda Sanitaria di Modena. Tali interventi hanno messo in evidenza come la legislazione vigente, affrontata in un’ottica non di mero adempimento, ma di reale e concreta opportunità di lotta alla corruzione, rappresenti uno strumento importante nelle mani degli operatori dei servizi sanitari e dei cittadini. Altrettanto fondamentale il contributo di Rosaria Russo Valentini, avvocato amministrativista, che ha messo in evidenza alcuni fattori di criticità della normativa vigente. Le due giornate ad Avigliana sono state affrontate con un approccio pragmatico, volto nel concreto all’attivazione di una di una rete a livello nazionale di tutti i responsabili della trasparenza delle aziende sanitarie affinché non siano soli nell’affrontare e nel realizzare concrete azioni di prevenzione e di contrasto al fenomeno della corruzione.

(elisabetta bosio) 



Facebook

Twitter

YouTube