About Us

Agenzie, cooperative, servizi: il volto rispettabile dello sfruttamento 2.0

11 Dec Agenzie, cooperative, servizi: il volto rispettabile dello sfruttamento 2.0

11.12.2014 | Redattoresociale.it


Le situazioni di sfruttamento silenzioso e “rispettabile”, in Italia, sono sempre più frequenti. Se n’è parlato ieri, 10 dicembre, nell’incontro “Accoglienze maschili delle vittime di tratta e grave sfruttamento sui posti di lavoro”, organizzato dal Gruppo Abele alla Fabbrica delle “e”. A sentire gli operatori sul campo, la schiavitù 2.0 non avrà più il volto e le mani nodose degli ex braccianti riconvertiti al caporalato: a portare in Italia i nuovi schiavi, sempre più spesso, sono bande di colletti bianchi organizzate in agenzie, associazioni o cooperative sociali.

Redattoresociale.it

 Leggi approfondimento_ Nuove schiavitù i braccianti indiani, costretti all’oppio per reggere al lavoro

 Leggi approfondimento_ Trasporto e montaggio di mobili, quei migranti salvadoregni sfruttati in Lombardia

 Leggi approfondimento_Facchini pakistani e senegalesi parte da Montopoli la pista dello sfruttamento 2.0



Facebook

Twitter

YouTube