About Us

Al via le olimpiadi ecologiche di Torino

06 Nov Al via le olimpiadi ecologiche di Torino

schermata_10_2456951_alle_14.43.46Da Comieco, Amiat, TetraPak e Comune di Torino una “sana” competizione tra quartieri torinesi per migliorare la raccolta differenziata e sostenere le scuole. Un campionato ecologico per rendere più incisivo il riciclo di carta e cartone a Torino. In queste olimpiadi, non a caso denominate “Cartoniadi” l’importante è riciclare, ma anche divertirsi facendo “gioco di squadra”.  L’evento è organizzato da Comieco, il Consorzio nazionale che si impegna nel recupero e nel riciclo degli imballaggi con base cellulosica, insieme con Amiat, Tetra Pak, Comune di Torino e con la collaborazione di Ator, Eco dalle Città e della cooperativa sociale Arcobaleno, la maggiore delle consorziate “Abele lavoro”. Per Tito Ammirati, presidente di Arcobaleno: “grazie a questo progetto si sono raggiunti degli ottimi risultati nel riciclo di carta e cartone. Esiste un equilibrio tra ecologia, valorizzazione del capitale sociale ed efficienza, che rende Torino la città della raccolta differenziata”. Le Cartoniadi si terranno a Torino, durante tutto il mese di novembre, in 23 quartieri della città, tra i quali Borgo San Paolo e Barriera di Milano, dove si trovano le due sedi (principale e di accoglienza) dell’associazione Gruppo Abele. Obiettivo per tutti: aggiudicarsi il titolo “Campione di riciclo” attraverso una gara per ottimizzare la qualità e la quantità della raccolta differenziata di carta e cartone. Precedentemente ci sono state altre edizioni, non solamente a Torino, ma anche in altre città come Roma, Milano e Catania e alcune province vicine, anche qui con l’obiettivo di migliorare le prestazioni della raccolta carta e cartone. Alla gara parteciperanno gli esercizi commerciali e le famiglie dei quartieri torinesi coinvolti nell’iniziativa, che dovranno accrescere la percentuale di raccolta carta e cartone, rispetto alla media mensile di raccolta dell’anno 2013. Saranno tre quartieri ad aggiudicarsi la vittoria, per un montepremi di 22.000 euro messi a disposizione da Comieco e Amiat e da destinare alle scuole primarie e secondarie dei quartieri vincitori. Per essere nella rosa dei virtuosi, sarà necessario far registrare un incremento maggiore del 5% rispetto al dato medio di partenza. Diecimila euro saranno assegnati al primo quartiere classificato, 7 mila euro al secondo e 5 mila al terzo. Ciò che risulta essere importante nella partecipazione di questo evento è il gioco di squadra, poiché solo col coinvolgimento convinto e attivo di tutti i cittadini del quartiere, dei genitori degli allievi delle scuole, delle scolaresche e delle strutture scolastiche stesse, sarà possibile contribuire ad un più efficiente riciclaggio di carta e cartone oltre che conquistare un piccolo budget da destinare alle scuole cittadine. Anche per chi non riuscirà a piazzarsi ai vertici della classifica, resterà il plauso di essersi impegnati in prima persona nella tutela dell’ambiente, con un piccolo ma importante gesto individuale e quotidiano di attenzione al proprio quartiere, alla propria città, al pianeta. Per seguire le cartoniadi in tutti i loro sviluppi è sufficiente collegarsi al sito dell’iniziativa

(deborah ferrara) 



Facebook

Twitter

YouTube