About Us

Camorra: don Ciotti, oggi più che mai serve lo scatto di tutti

11 Jun Camorra: don Ciotti, oggi più che mai serve lo scatto di tutti

11.06.2014 | Ansa

Napoli – ”Napoli è città bellissima, ma anche molto amara. E’ città di contraddizioni, ma di speranze e generosità”. Lo ha detto don Luigi Ciotti presidente di Libera durante l’omelia per la celebrazione in ricordo di Silvia Ruotolo, vittima innocente della camorra di cui oggi ricorre il 17esimo anniversario della morte. ”La speranza e il cambiamento – ha detto don Ciotti – hanno bisogno di ciascuno di noi, non basta commuoversi, sebbene sia legittimo, ma bisogna muoversi tutti insieme e non possiamo accontentarci. Dobbiamo avere – ha aggiunto – il coraggio di osare di più quando tanti si nascondono. Oggi più che mai c’è bisogno della scatto di tutti”. Da don Ciotti l’invito a ”sporcarsi le mani di impegno, di passione, di giustizia”. E in merito all’intitolazione della scuola a Silvia Ruotolo, don Ciotti ha evidenziato che ”la scuola è chiamata non solo a portare saperi, ma ad allenare alla vita affinché i ragazzi diventino persone più rispettose, per fare in modo che non siano cittadini a intermittenza”.

Comuni: Casal di Principe; don Ciotti, tornato un sindaco onesto
Napoli –  ”E’ il ritorno felice di un uomo onesto, attento, puntuale per continuare a rendere un servizio alla collettività”. Così don Luigi Ciotti, presidente di Libera, commenta l’elezione a sindaco di Casal di Principe di Renato Natale, referente della medesima associazione e già primo cittadino di Casal di Principe agli inizi degli anni Novanta. ”L’ho conosciuto – ha ricordato don Ciotti, a margine della celebrazione in ricordo di Silvia Ruotolo – quando era sindaco tanti anni fa. Ho visto la sofferenza, le contraddizioni, le fatiche della politica, dell’amministrazione, gli scempi compiuti nell’arco di questi anni”. Secondo il presidente di Libera, l’elezione di Natale è ”una bella notizia, un segnale importante per voltare pagina nel nome di un sacerdote, don Peppe Diana, che non potrò mai dimenticare per il coraggio, il generoso impegno. Un sacerdote cui sono state dedicate iniziative realizzate in beni confiscati alla criminalità”. 

 



Facebook

Twitter

YouTube