About Us

Campagna Miseria Ladra: “Non c’è più tempo da perdere”

09 Apr Campagna Miseria Ladra: “Non c’è più tempo da perdere”

Immagine 18La recente campagna Miseria Ladra, promossa dal Gruppo Abele e da Libera e di cui si parlerà alla Fabbrica delle “E” lunedì 14 aprile incontrando tutte le realtà del sociale e del volontariato impegnate sul tema del contrasto alla povertà, ha ricevuto lo scorso 4 aprile il premio internazionale Fontamara per il suo impegno nel contrastare le ingiustizie sociali, la corruzione, i tagli nell’erogazione dei servizi sociali e le disuguaglianze.
“Questo premio ci spinge ad impegnarci con tutte le nostre forze per far applicare quei principi di dignità, giustizia e libertà contenuti nei primi articoli del nostro patto sociale” dice Giuseppe De Marzo, coordinatore nazionale Miseria Ladra, che considera questo premio un riconoscimento al lavoro svolto, un lavoro che punta a combattere tutte le forme di povertà.
Con un dossier di dieci proposte concrete – che possono da subito contrastare la crisi economica e sociale – utili a rafforzare la partecipazione e rivitalizzare la nostra democrazia “minacciata da una crisi morale che mina la coesione sociale, la partecipazione e la fiducia nelle istituzioni” aggiunge De Marzo.
Miseria Ladra nasce proprio dalla necessità di rispondere alla gravità dei dati emersi dai rapporti Istat 2012 ed Eurostat 2013 che rivelano delle verità scioccanti: nel nostro paese sono 9,5 milioni le persone in povertà relativa e 4,8 in quella assoluta e un italiano su tre è a rischio povertà.
Purtroppo in uno scenario simile, con un paese con molte disparità e molto precariato, con così tante lacune riguardanti la cultura dei diritti e il welfare, le mafie trovano terreno fertile per le loro attività di corruzione, usura, riciclaggio e danni ambientali.
Anche per questo l’obiettivo della campagna resta “sconfiggere la povertà e ridare cittadinanza alla speranza”.



Facebook

Twitter

YouTube