About Us

Cannabis: Cnca, legge è passo avanti verso approccio laico

26 Jul Cannabis: Cnca, legge è passo avanti verso approccio laico

26.07.2016 | Ansa

Roma – La legge sulla cannabis, pur con le sue criticità, rappresenta un chiaro passo in avanti verso un approccio laico, adeguato e moderno rispetto al tema dell’uso/consumo/abuso di droghe: Cnca, rete di comunità e servizi sulle dipendenze, proprio a partire dalle proprie esperienze vuole rilanciare un dibattito forte per “superare una logica penalizzante e inutilmente punitiva dei consumi insita nella legislazione vigente a discapito soprattutto delle fasce di popolazione giovanile”. “La legge sulla cannabis – argomenta Riccardo De Facci, vice presidente Cnca con delega alle dipendenze – ci sembra un primo passo per rimettere in discussione un approccio che, rispetto alle sostanze e agli stili di vita e di consumo problematici (alcool, gioco d’azzardo, dipendenza da internet, etc), consente di superare l’orientamento penale verso comportamenti e atteggiamenti che, per quanto ci riguarda, interpellano più le nostre competenze educative e sanitarie che le carceri e le forze dell’ordine”. “Una legge che, speriamo – prosegue – possa contribuire a contrastare in modo più efficace i traffici illeciti delle organizzazioni criminali e favorire un ripensamento del sistema d’intervento che, nel riconoscimento di sostanze e problemi molto diversi tra loro, sappia anche fornire risposte diversificate, attenzioni a chi ne ha realmente bisogno, superando ideologie e approcci punitivi”. “Ci sembra quasi superfluo poi sottolineare – conclude De Facci – l’importanza e la legittimità, per chi ne avesse bisogno, di un possibile uso terapeutico della cannabis per i suoi indubbi effetti positivi anche in confronto ad altre terapie farmacologiche. Ci auguriamo inoltre che la legge possa essere occasione per il rilancio di percorsi importanti di prevenzione, intervento territoriale e riduzione del danno, in risposta a comportamenti e tendenze giovanili che tutte le ricerche ci danno in aumento”.



Facebook

Twitter

YouTube