About Us

Cgil: l’economia ‘non osservata’ vale almeno 250 miliardi di euro

11 Mar Cgil: l’economia ‘non osservata’ vale almeno 250 miliardi di euro

economia_sommersaL’economia non osservata che sfugge alla contabilità nazionale (e quindi al fisco) vale tra i 250 e i 290 miliardi di euro l’anno. A dirlo è la Cgil in uno studio realizzato dalla sigla sindacale in collaborazione con l’Istituto Bruno Trentin, l’Istituto di ricerca Tecne’ e il Centro Europa Ricerche (Cer).Il dossier distingue tra economia sommersa (ovvero tutte le transazioni non contabilizzate,il cui valore è di 185 miliardi), economia informale (cioè quei processi economici gestiti da operatori non ufficiali che toccano quota 25 miliardi) ed economia illegale (come lo spaccio di droga, l’usura e la prostituzione che “fatturano” 80 miliardi di euro).Sulla base di questi dati si stima un’evasione annuale di 93 miliardi di euro con un mancato gettito di 55 miliardi. Soldi che, attraverso la ridistribuzione fiscale, potrebbero essere destinati a misure di sostegno per famiglie e imprese.L’indagine, il cui titolo è proprio Economia non osservata, pone l’accento sulla sistematicità dei comportamenti evasivi. Basti pensare che il lavoro irregolare riguarda tra i 3 e i 3,8 milioni di occupati, con un sommerso che viaggia tra i 25 e i 35 miliardi di euro.Mentre la Commissione Giustizia del Senato discute il disegno di legge anti-corruzione, in cui probabilmente sarà inserito anche un emendamento sul falso in bilancio, il dossier della Cgil torna a sottolineare la gravità del fenomeno evasivo in Italia.

(valentina casciaroli)



Facebook

Twitter

YouTube