About Us

Conoscere la corruzione per prevenirla

18 Feb Conoscere la corruzione per prevenirla

conoscere leo 1Negli scorsi giorni il Polo Universitario di Asti ha ospitato l’intervento di Leonardo Ferrante, responsabile scientifico di Riparte il futuro, campagna digitale contro la corruzione promossa da Libera e Gruppo Abele. Oltre 200 ragazzi si sono confrontati su cosa si possa fare concretamente per contrastare la corruzione: “questo gioco a tre, dove i corrotti e i corruttori fanno perdere la società, cioè tutti noi, fa sempre delle vittime” ha spiegato Ferrante citando il caso di Ambrogio Mauri, imprenditore della Brianza che decise di non pagare il pizzo e che si uccise sentendosi isolato, lasciato solo dalla “società civile”. A partire da questa vicenda, Ferrante ha incalzato gli studenti ad agire, online, aderendo a Riparte il Futuro come già hanno fatto oltre 800 mila cittadini in tutta Italia, ma anche offline, comportandosi nella propria quotidianità con onestà e dignità: “Se i corrotti fanno dell’unione la loro forza, gli onesti devono fare la stessa cosa”, ha spiegato il referente scientifico della campagna, sottolineando l’importanza di credere che le cose possono cambiare non affidandosi ad un “eroe di turno” o ad azioni estemporanee, ma solo attraverso un impegno costante: “non sentitevi un piccolo ingranaggio – ha affermato Ferrante -. Voi siete grandi e potete fare cose grandi. Un comportamento etico coincide sempre con la convenienza, in ogni campo, a partire da quello economico, perché ogni anno si stima che il sistema manovrato da corrotti e corruttori depauperi gli italiani di circa 60 miliardi di euro”.
conoscere leo 2Ma la convenienza più grande è quella della propria coscienza. “Vi capiterà certamente nella vita – ha concluso Ferrante – di dover scegliere tra una via apparentemente più corta, come una raccomandazione per esempio, e una via più lunga, quella corretta. Accettando la via più breve sarete persone ricattabili e vi sarà impossibile vivere una vita serena. Risparmiamoci da una vita non autentica”.
L’incontro finale del ciclo: “Conoscere la corruzione per prevenirla” (ideato e organizzato dalla Fondazione Giovanni Goria e patrocinato dalla Prefettura di Asti con l’Ufficio Scolastico Piemontese – ambito di Asti e Uniastiss – in collaborazione con Libera Asti) si terrà al Teatro Alfieri il 24 febbraio alle ore 10 e vedrà sul palco come relatori i giornalisti Sergio Rizzo (Corriere della Sera) e Carlo Bonini (La Repubblica).



Facebook

Twitter

YouTube