About Us

Contro la discriminazione #migliorisipuò

14 Nov Contro la discriminazione #migliorisipuò

Famiglia Cristianmigliorisipu_a, Avvenire, Armando Testa e la Federazione Italiana Settimanali Cattolici (Fisc), si sono uniti in una campagna contro la discriminazione: “Anche le parole possono uccidere – No alla discriminazione.
L’altro è come me. #migliorisipuò”. La campagna coinvolgerà 190 testate e sarà presentata alla Camera insieme alla Presidente, Laura Boldrini.
L’idea è semplice: le parole hanno una grande forza. Il messaggio è una riflessione sui termini usati nei confronti degli altri e sul disagio, anche degli italiani, nell’essere discriminati e discriminare a propria volta. Le parole “ladra”, “terrorista”, “ciccione” e “negro” fanno la loro comparsa sui manifesti a mo’ di proiettili.
Le parole di solito esprimono un riferimento a cose o persone, ma si portano anche dietro il sistema di pensiero di chi le pronuncia, una certa visione, dei pregiudizi: riflettono un modo di pensare e rappresentare la realtà nella nostra mente.
Certo le diversità esistono e non sono sempre facili da affrontare, ma certe parole mettono al bando ogni forma di mediazione: assegnare un’etichetta spesso vuol dire negare la possibilità di un dialogo. Però le parole possono essere forti anche in positivo, per costruire, mediare, integrare e questa campagna propone di riflettere sul problema e fare una scelta costruttiva.

(marta pellegrini)



Facebook

Twitter

YouTube