About Us

Costa d’Avorio. Verso una svolta?

06 Apr Costa d’Avorio. Verso una svolta?

gbagboOuattaraSituazione precaria oggi ad Abidjan, dopo il cessate il fuoco accettato ieri sera da Laurent Gbagbo tramite la mediazione francese. Radio Svizzera, nel programma di approfondimento “Modem” ha intervistato cooperanti e politici di diverse nazionalità che si trovano in Costa d’Avorio e stanno vivendo accanto alla popolazione civile l’evolversi della situazione politica. Tra le persone intervenute al dibattito telefonico moderato dal giornalista Marcello Fusetti, anche Leone De Vita, operatore della comunità del Gruppo Abele che opera a Grand Bassam, e che è stato trasferito ieri notte insieme ad altri italiani nel campo francese 43° della capitale, controllato dalle forze francesi dell’operazione Liocorno.
Secondo le agenzie di stampa delle ultime ore, dopo l’arenarsi delle trattative, Ouattara avrebbe deciso di intervenire militarmente per catturare Gbagbo, ma senza il supporto delle forze francesi.
Dall’inizio del conflitto (novembre 2010) ad oggi, l’Alto Commissariato dell’Onu per i diritti dell’uomo stima che la guerra civile per la presidenza della Costa d’Avorio abbia portato alla morte di almeno 1500 persone.
In questi mesi di forte tensione La Communauté Abel ha continuato ad operare, con attività limitate, soprattutto in sostegno degli sfollati da Abidjan, che secondo le ultime stime sarebbero molte centinaia di migliaia.

(manuela battista)



Facebook

Twitter

YouTube