About Us

Elezioni: don Ciotti, giovani facciano riflessione seria

14 Feb Elezioni: don Ciotti, giovani facciano riflessione seria

14.02.2013 | Ansa

Napoli – Scendere “in profondita” e “non essere superficiali”. Questo il suggerimento di don Luigi Ciotti presidente di Libera ai giovani che, per la prima volta, si accingono a votare. “Lo scenario che abbiamo davanti – ha detto il sacerdote da Napoli – non è semplice, ai ragazzi posso solo dire di usare la loro creatività, l’intelligenza, di fare una valutazione e una riflessione seria perché – ha aggiunto don Ciotti – votare è un atto di democrazia e di responsabilità”.
Una responsabilità che, secondo il leader di Libera, “deve essere chiesta anche a noi stessi così come la chiediamo allo Stato, alla politica, alle amministrazioni”. Esprimere il proprio voto nell’ottica di “contribuire al cambiamento” e di “impegnarsi perché – ha concluso don Ciotti – ci siano modifiche anche alla legge elettorale per una maggiore partecipazione”.

 

Napoli – “In questa campagna elettorale tutti parlano di legalità, di diritti, di giustizia, di pace ma molte volte a parlare sono anche quelli che calpestano la legalità tutti i giorni o che hanno scelto una legalità malleabile”. Così don Luigi Ciotti, presidente di Libera, risponde a chi gli chiede come valuti il modo in cui il tema della legalità è stato affrontato in campagna elettorale.
Don Ciotti ha parlato “di grave furto di parole che – ha spiegato – vengono svuotate del loro valore”. Dal sacerdote un appello ai cittadini affinché “si difendano queste parole” e perché “nessuno le svuoti di significato o le manipoli perché – ha affermato – così si crea disordine comunicativo ed educativo”. Ai candidati, il sacerdote ha ricordato che “non basta la denuncia, ma servono proposte concrete, politiche giuste” a cominciare dal lavoro per i giovani “di cui – ha concluso – la società si preoccupa ma non si occupa”.



Facebook

Twitter

YouTube