About Us

Eternit, Casale chiede giustizia

05 Dec Eternit, Casale chiede giustizia

Dopo la sentenza della Cassazione, che ha dichiarato prescritti i reati commessi dal magnate svizzero Stephan Schmidheiny, dirigente della Eternit condannato in appello a 18 anni di reclusione per disastro ambientale doloso, Casale Monferrato continua la sua lotta per ottenere giustizia.

Ospite di un incontro pubblico, giovedì 4 dicembre, è intervenuto Don Luigi Ciotti, presidente di Libera che ha sottolineato la necessità di modifiche al meccanismo della prescrizione, norma che rende impunibili soprattutto ricchi e potenti.

 Liberapiemonte.it



Facebook

Twitter

YouTube