1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. mappa
  2. Contatti
  3. Stampa
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
 

Contenuto della pagina


Primo piano

la chiesa di San Rocco a Gioiosa Ionica

Vicini a don Campisano, vittima di intimidazioni in Calabria

Ancora un'aggressione, in questa estate già segnata da altri episodi di intimidazione contro chi si batte per la legalità e la responsabilità nella bella ma difficile terra di Calabria. Questa volta a subire un attacco da probabile mano mafiosa è stato don Giuseppe Campisano, parroco della chiesa di San Rocco a Gioiosa Ionica, che ha trovato la sua auto danneggiata da colpi di fucile. Le cosche locali non hanno evidentemente gradito la determinazione di don Giuseppe nel denunciare il potere della 'ndrangheta nella Locride e le mille complicità di cui gode. Né la sua idea di trasformare la tradizionale processione di San Rocco, molto sentita dalla popolazione, in un momento di testimonianza anche civile, di presa di coscienza e impegno contro ogni forma di violenza, illegalità e malaffare. Nei giorni precedenti la festa religiosa, infatti, che si è svolta domenica 28 agosto, i cittadini di Gioiosa avevano partecipato numerosi agli incontri organizzati sul sagrato della chiesa con esponenti delle istituzioni, della magistratura e del mondo della associazioni impegnati nel contrasto a quella che lo stesso parroco ha definito «la peggiore piaga della Calabria».
Attraverso segnali del genere le organizzazioni criminali puntano a scoraggiare e isolare le persone come don Campisano. In questo come in altri casi però, la reazione della parte sana del territorio non ha tardato: diversi i messaggi di una solidarietà che vuole e deve essere specchio di sempre maggiore corresponsabilità, del desiderio di tante realtà e persone di essere vicine al parroco di Gioiosa Ionica non solo a parole ma nei fatti, nella coerenza delle scelte quotidiane.

(CM)

 
 
 
 
 
 
 

Menu di sezione

Primo Piano

  1. 22.05.2015. Credere, oggi

    Nell'ambito del Salone Off, abbiamo intervistato alcuni degli autori del libro edito da Edizioni Gruppo Abele "5 variazioni sul credere". Il saggio raccoglie i contributi di un cattolico, di una musulmana, di un ebreo e anche di un ateo

  2. 20.05.2015. Let's go per raccontare la povertà

    Let's Go è un film documentario che racconta la realtà delle nuove povertà realizzata dalla Mariposa cinematografica in collaborazione con Miseria ladra. Abbiamo sentito la voce della regista napoletana Antonietta de Lillo

  3. 19.05.2015. La paura come esercizio di controllo

    Nell'ambito del Salone Off, Livio Pepino ha presentato il suo ultimo libro, Prove di paura, pubblicato dalle Edizioni Gruppo Abele. Alla biblioteca civica, lo scorso 15 maggio, l'ex magistrato ha dibattuto con Fredo Olivero e Paolo Borgna

  4. 19.05.2015. Eroina, anche l'informazione è drogata

    Nell'ambito del Salone Off, è stato presentato il libro di Salvatore Giancane Eroina. L'incontro è stato l'occasione per sottolineare che l'eroina, benché scomparsa dal dibattito pubblico, non è in declino: sta solo cambiando faccia. 

  5. 19.05.2015. Qualcuno corre troppo, come il doping ha rovinato il calcio

    Al Salone Internazionale del Libro di Torino, Lamberto Gherpelli ha presentato Qualcuno corre troppo. Il lato oscuro del calcio, il suo ultimo libro pubblicato dalle Edizioni Gruppo Abele. A discutere con l'autore, Adriana Petrini, Paolo Sollier e Renzo Ulivieri 

  6. 15.05.2015. La scuola è nel mondo

    Al Salone Internazionale del Libro di Torino 2015, le Edizioni Gruppo Abele aprono il calendario delle presentazioni con il libro La scuola è mondo, libro intervista con Marco Rossi-Doria di Giulia Tosoni. Li abbiamo intervistati

SOS: hai bisogno d'aiuto?.
 
  1. Lib(e)ri di respirare

    di Filippo Scisciani

 
 
Banner Libera .
 
 
Banner Certosa di San Francesco .
 
Condividi
Abbonati
  1. RSS