1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. mappa
  2. Contatti
  3. Stampa
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
 

Contenuto della pagina


Primo piano

sciopero generale

Il Gruppo Abele condivide le ragioni dello sciopero generale del 6 settembre

Un welfare sempre più fragile e in difficoltà. Una manovra finanziaria che, nelle sue diverse versioni, non cambia la sostanza: penalizza i più poveri, non tocca i privilegi di chi ha di più, e resta debole nella lotta alla corruzione, all'evasione fiscale e al malaffare, da cui si potrebbero recuperare molte risorse per il bilancio del Paese.
Per questo motivo, il 6 settembre, il Gruppo Abele ha unito la sua voce a quella dei tanti lavoratori che sono scesi in oltre 100 piazze italiane per lo sciopero generale indetto dalla Cgil. Lo abbiamo fatto per chiedere maggiore tutela e dignità per il nostro lavoro: un servizio orientato al bene comune, che, malgrado sia soffocato dai tagli, vuole continuare a dare risposte ai bisogni di chi fa più fatica e a tutelare i diritti di tutti. Lo abbiamo fatto perché crediamo nella giustizia sociale e nella necessità di una distribuzione più equa del benessere. E perché vogliamo testimoniare il nostro impegno e la nostra determinazione affinché questo cambiamento si realizzi.
 
(M.Bat.)

Guarda le nostre foto della manifestazione:
- Set1  (di Francesco Maranzano)
- Set 2 (di Luca Marchi)

 
 

Gabriella Stramaccioni (Libera): "una manovra iniqua"

 
 
 
 
 

Menu di sezione

Primo Piano

  1. 26.07.2014 Anche in Umbria... Riparte il futuro!

    Consegnati i braccialetti bianchi ai sindaci umbri che hanno sottoscritto gli impegni di trasparenza e legalità chiesti da oltre 500mila cittadini

  2. 25.07.2014 Risorse 8 per mille per edilizia scolastica: via libera dal Consiglio dei Ministri al Decreto presidenziale

    Benvenuti in Italia, Cittadinanza attiva, Libera e Legambiente: "ora occorre trasparenza nei metodi di suddivisione di questi fondi"

  3. 18.07.2014 Via d'Amelio: la memoria diventa impegno

    In ricordo della strage del 19 luglio 1992 in cui persero la vita Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina

  4. 16.07.2014 Riparte il futuro... da Avigliana!

    Ventuno giovanissimi impegnati in quattro giornate di incontri, laboratori e seminari sul tema della corruzione

  5. 16.07.2014 Pace, libertà e giustizia per Palestina e Israele

    Il 16 luglio, in Italia, aderendo ad un appello della Rete della Pace, le piazze delle città si sono riempite per chiedere l'immediato cessate il fuoco tra Palestina e Israele. Anche Torino ha risposto

  6. 15.07.2014 Stop ai bombardamenti di Gaza e a qualsiasi forma di violenza

    L'appello di Libera affinché cessino le ostilità nella striscia di Gaza e in Israele. Chiediamo all'Unione Europea di compiere ogni passo per incoraggiare la pace

SOS: hai bisogno d'aiuto?.
 
 
 
Banner Libera .
 
 
Banner Certosa di San Francesco .
 
Condividi
Abbonati
  1. RSS