1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. mappa
  2. Contatti
  3. Stampa
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
 

Contenuto della pagina


Primo piano

sciopero generale

Il Gruppo Abele condivide le ragioni dello sciopero generale del 6 settembre

Un welfare sempre più fragile e in difficoltà. Una manovra finanziaria che, nelle sue diverse versioni, non cambia la sostanza: penalizza i più poveri, non tocca i privilegi di chi ha di più, e resta debole nella lotta alla corruzione, all'evasione fiscale e al malaffare, da cui si potrebbero recuperare molte risorse per il bilancio del Paese.
Per questo motivo, il 6 settembre, il Gruppo Abele ha unito la sua voce a quella dei tanti lavoratori che sono scesi in oltre 100 piazze italiane per lo sciopero generale indetto dalla Cgil. Lo abbiamo fatto per chiedere maggiore tutela e dignità per il nostro lavoro: un servizio orientato al bene comune, che, malgrado sia soffocato dai tagli, vuole continuare a dare risposte ai bisogni di chi fa più fatica e a tutelare i diritti di tutti. Lo abbiamo fatto perché crediamo nella giustizia sociale e nella necessità di una distribuzione più equa del benessere. E perché vogliamo testimoniare il nostro impegno e la nostra determinazione affinché questo cambiamento si realizzi.
 
(M.Bat.)

Guarda le nostre foto della manifestazione:
- Set1  (di Francesco Maranzano)
- Set 2 (di Luca Marchi)

 
 

Gabriella Stramaccioni (Libera): "una manovra iniqua"

 
 
 
 
 

Menu di sezione

Primo Piano

  1. 09.09.2014 La "Buona Scuola" per far rinascere il Paese

    La 5^ edizione del seminario promosso dal Forum Regionale per l'Educazione e la Scuola, dal Gruppo Abele e molti altri enti e associazioni, raccontato da Domenico Chiesa

  2. 08.09.2014 Le priorità per il lavoro

    La riforma del mercato del lavoro: tra l'abrogazione dell'Art.18 dello Statuto e la mancanza di tutele, i commenti e le priorità di Maurizio Landini e Stefano Rodotà nelle video interviste

  3. 01.09.2014 Al fianco di don Luigi Ciotti

    Dopo la notizia diffusa dal quotidiano Repubblica delle minacce rivolte da Totò Riina a don Luigi Ciotti tanti sono stati gli attestati di solidarietà da parte di istituzioni e associazioni. 

  4. 01.09.2014 Riparte... Musica contro le Mafie: il nuovo bando è online

    Dal 29 agosto è disponibile il nuovo bando per poter partecipare al "Premio Musica contro le mafie"
    (MvsM), il concorso musicale che coniuga la musica all'impegno sociale

  5. 31.08.2014 Don Luigi Ciotti su minacce Riina

    Le minacce di Totò Riina dal carcere sono molto significative. Non sono infatti rivoltesolo a Luigi Ciotti, ma a tutte le persone che in vent'anni di Libera sisono impegnate per la giustizia e la dignità del nostro Paese

  6. 29.08.2014 L'ufficio di presidenza di Libera risponde all'intervista del senatore Giarrusso su Il Fatto Quotidiano

    "Regalo alle cosche, ora gli entusiati si dimettano": il titolo dell'intervista che critica Libera in merito alla riforma sul voto di scambio

SOS: hai bisogno d'aiuto?.
 
  1. Buona scuola

    di Grazia Liprandi

 
 
Banner Libera .
 
 
Banner Certosa di San Francesco .
 
Condividi
Abbonati
  1. RSS