1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. mappa
  2. Contatti
  3. Stampa
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
 

Contenuto della pagina


Primo Piano

1.03.2010. Contro discriminazione e razzismo scioperano gli stranieri

Ieri, sessanta piazze italiane si sono tinte di giallo per dimostrare il fondamentale apporto dei migranti alla tenuta dell'assetto sociale ed economico del nostro paese.

 
Come si presenterebbe l'Italia senza immigrazione? Un assaggio di ciò che potrebbe capitare lo si avuto ieri, in occasione della manifestazione indetta dal Comitato Primo Marzo 2010. I migranti hanno incrociato le braccia per un giorno, per dimostrare quanto siano indispensabili per la tenuta sociale ed economica del nostro paese e per chiedere una politica che non li consideri una minaccia. Un'iniziativa nata in Francia, che ha visto l'adesione di Italia, Spagna e Grecia. La protesta è corsa veloce sul web, riuscendo a raccogliere, - solo in Italia- 50mila adesioni da parte della società civile e delle associazioni. In questi quattro stati europei, gli immigrati hanno manifestato in modo pacifico e nonviolento per testimoniare all'opinione pubblica il loro fondamentale apporto alla crescita e contro ogni forma di razzismo e discriminazione. Il colore scelto per la manifestazione è stato il giallo, considerato il colore del cambiamento.
A Torino in migliaia hanno sfilato in corteo per le vie della città.

L'iniziativa di ieri è però il primo passo di un lungo cammino. Dal primo al 21 marzo, avrà luogo la campagna, organizzata da associazioni, comitati e organizzazioni che prende il nome di "Primavera Antirazzista". Un percorso fatto di iniziative, momenti di protesta sensibilizzazione e dialogo interculturale, a difesa e promozione dei diritti dei migranti.
 
Guarda le foto del corteo di Torino


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Menu di sezione

PRIMO PIANO

  1. 17.04.2015. Beni confiscati in Piemonte: numeri, possibilità, soluzioni

    Un convegno per parlare del riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie in Piemonte. L'obiettivo è stato quello di ragionare sulla legge 109 del '96, che permette di destinare i beni confiscati: limiti e punti di forza

  2. 15.04.2015. La scuola italiana è sempre più multietnica

    Gli alunni di origine straniera che frequentano la scuola in Italia sono 802.844, registrando una crescita di 16.124 unità rispetto all'anno scolastico precedente e segnando un +19,2% rispetto agli ultimi cinque anni

  3. 10.04.2015. Le università torinesi ricordano gli studenti uccisi al Garissa College in Kenya

    Mentre le autorità continuano le indagini sugli autori del massacro, il blogger kenyota Owaahh ha lanciato il progetto #147notjustanumber per ricordare strage avvenuta lo scorso 2 aprile

  4. 09.04.2015. Giuseppe Baldessarro nuovo condirettore di Narcomafie

    Il periodico di informazione antimafia edito dal Gruppo Abele in collaborazione con Libera, ha da oggi un nuovo condirettore. A fianco del direttore responsabile, Manuela Mareso, Baldessarro succede al magistrato Livio Pepino

  5. 08.04.2015. Subito una legge sulla trasparenza per battere la corruzione e costruire una democrazia più forte

    Dalla campagna di Gruppo Abele e Libera, Riparte il futuro, parte l'appello: "Contro la corruzione ci vuole un Freedom of Information Act per l'Italia"

  6. 07.04.2015. La prostituzione, quell'esercizio di potere dell'uomo sulla donna

    2,5 milioni di uomini italiani che "acquistano carne alla macelleria del sesso". L'umiliazione di corpi a cui viene azzerata la storia. La questione femminile negata. L'Italia dei clienti di prostitute vista da Riccardo Iacona, giornalista, conduttore del programma Presadiretta e autore del recentissimo Utilizzatori finali, presentato a Torino lo scorso 30 marzo. Lo abbiamo intervistato 

SOS: hai bisogno d'aiuto?.
 
  1. Non è solo chi legge

    di Francesca Rascazzo

 
 
Banner Libera .
 
 
Banner Certosa di San Francesco .
 
Condividi
Abbonati
  1. RSS