1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. mappa
  2. Contatti
  3. Stampa
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
 

Contenuto della pagina


Primo Piano

1.03.2010. Contro discriminazione e razzismo scioperano gli stranieri

Ieri, sessanta piazze italiane si sono tinte di giallo per dimostrare il fondamentale apporto dei migranti alla tenuta dell'assetto sociale ed economico del nostro paese.

 
Come si presenterebbe l'Italia senza immigrazione? Un assaggio di ciò che potrebbe capitare lo si avuto ieri, in occasione della manifestazione indetta dal Comitato Primo Marzo 2010. I migranti hanno incrociato le braccia per un giorno, per dimostrare quanto siano indispensabili per la tenuta sociale ed economica del nostro paese e per chiedere una politica che non li consideri una minaccia. Un'iniziativa nata in Francia, che ha visto l'adesione di Italia, Spagna e Grecia. La protesta è corsa veloce sul web, riuscendo a raccogliere, - solo in Italia- 50mila adesioni da parte della società civile e delle associazioni. In questi quattro stati europei, gli immigrati hanno manifestato in modo pacifico e nonviolento per testimoniare all'opinione pubblica il loro fondamentale apporto alla crescita e contro ogni forma di razzismo e discriminazione. Il colore scelto per la manifestazione è stato il giallo, considerato il colore del cambiamento.
A Torino in migliaia hanno sfilato in corteo per le vie della città.

L'iniziativa di ieri è però il primo passo di un lungo cammino. Dal primo al 21 marzo, avrà luogo la campagna, organizzata da associazioni, comitati e organizzazioni che prende il nome di "Primavera Antirazzista". Un percorso fatto di iniziative, momenti di protesta sensibilizzazione e dialogo interculturale, a difesa e promozione dei diritti dei migranti.
 
Guarda le foto del corteo di Torino


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Menu di sezione

PRIMO PIANO

  1. 26.09.2014 In ricordo di Mauro Rostagno, 26 anni dopo

    Per anni non si è potuto dire chi fosse stato a premere il grilletto. Ora sappiamo che a uccidere Mauro Rostagno è stata la mafia la notte del 26 settembre del 1988

  2. 24.09.2014 Salva famiglie: insieme per la solidarietà

    Libera e BNL hanno realizzato un progetto che semplifica l'accesso al welfare territoriale per nuclei familiari, nel Sud Ovest milanese, dove sono in crescita disoccupazione e criminalità

  3. 25.09.2014 "Autoriciclaggio: niente sconti a chi ci ruba il futuro. Il governo faccia un passo indietro"

    Una nota congiunta di Libera, Cgil, Cisl e Uil in merito alle norme previste dal disegno di legge del governo in materia di autoriciclaggio

  4. 24.09.2014 Il Filo d'Erba bandisce "Muro Nostrum"

    L'associazione di Rivalta ha indetto per il 4 e 5 ottobre un concorso per writer, sui temi dell'immigrazione, nell'ambito della festa organizzata dalla comunità di famiglie. Le iscrizioni scadono il 28 settembre

  5. 22.09.2014 La storia dei beni confiscati in Piemonte: il Bar Italia Libera

    Sequestrato con l'operazione Minotauro del 2011, è stato per anni in quartier generale degli affari 'ndranghetisti all'ombra della Mole. Oggi è un luogo completamente diverso

  6. 17-20.09.2014 IX incontro internazionale del Forum Paulo Freire

    Sentieri di emancipazione al di là della crisi, a Torino, il IX Forum Internazionale Paulo Freire, promosso da IPF Italia e Gruppo Abele. Le interviste ai relatori

SOS: hai bisogno d'aiuto?.
 
  1. Buona scuola

    di Grazia Liprandi

 
 
Banner Libera .
 
 
Banner Certosa di San Francesco .
 
Condividi
Abbonati
  1. RSS