About Us

Folla alla commemorazione della strage del 904

23 Dec Folla alla commemorazione della strage del 904

23.12.2014 | Repubblica.it


“A distanza di trent’anni siamo ancora in attesa della verità”. L’eco del microfono sovrasta il ronzio perpetuo dei viaggiatori che solcano l’androne della stazione di piazza Garibaldi. In centinaia ascoltano in silenzio Rosaria Manzo, presidente dell’associazione “Vittime del Rapido 904″. Trent’anni esatti dopo, la “strage di Natale” del 23 dicembre 1984, rivendica ancora il nome del suo mandante, in un susseguirsi di processi, indagini e gradi di giudizio. Sabato mattina, al binario 11 di Napoli centrale, lo stesso da dove alle 12.55 partì il treno Rapido in direzione Milano, è stata affissa una targa a ricordo della  tragedia, recante i nomi delle persone che persero la vita nell’esplosione al chilometro 8 della Grande Galleria dell’Appennino, sulla linea Bologna-Firenze. A ricordarle, oltre a Rosaria, sono intervenuti anche il sindaco Luigi de Magistris, l’assessore regionale al Turismo Pasquale Sommese e don Luigi Ciotti.
(fotonotizia di Paolo De Luca)

Repubblica.it



Facebook

Twitter

YouTube