About Us

Giochi, Grosso (Gruppo Abele): “Su pubblicità misure irrilevanti”

10 Mar Giochi, Grosso (Gruppo Abele): “Su pubblicità misure irrilevanti”

10.03.2015 | Il Velino/AGV

Roma – Per come si sta prospettando, quella sui giochi sarebbe una ”riforma pessima” sia per quanto riguarda la pubblicità, sia per quello che accadrà alle normative degli Enti locali. E’ il giudizio di Leopoldo Grosso, vice presidente del Gruppo Abele, l’associazione fondata da don Luigi Ciotti. Sulla pubblicità, sottolinea lo psicologo e psicoterapeuta, ”da quanto emerge siamo davanti a una misura irrilevante”, soprattutto visto che ”nella stessa fascia protetta 16-19 non si prevede nessun divieto per le trasmissioni sportive”. Per quanto riguarda invece l’aspetto normativo ”le decisioni fin qui prese da Comuni e Regioni per fare in modo che le città italiane non si trasformino in piccole Las Vegas saranno azzerate nel nome di un centralismo eccessivo dello Stato, su un tema che peraltro interessa anche la salute dei cittadini tanto che potrebbe configurarsi una violazione del titolo V della Costituzione che affida alle Regioni la competenza in materia sanitaria. L’accentramento statale dovrebbe essere negoziato e reso compatibile con gli enti locali, invece si assiste alla prevaricazione degli interessi dei concessionari e dei Monopoli”.



Facebook

Twitter

YouTube