About Us

Giochi: Italia primo paese spesa pro-capite per azzardo

14 Jun Giochi: Italia primo paese spesa pro-capite per azzardo

14.06.2012 | Ansa

Roma – L’Italia è il primo Paese al mondo per spesa pro-capite dedicata al gioco. A lanciare l’allarme sono istituzioni, organizzazioni di terzo settore, sindacati, associazioni di consumatori che stamani a Roma hanno aperto la campagna nazionale “Mettiamoci in gioco contro i rischi del gioco d’azzardo.
Sostenuta, in particolare, da Anci, Acli, Alea, Arci, Auser, Avviso Pubblico, Cgil, Cna, Conaggia, Federconsumatori, Federserd, Fict, Fitel, Gruppo Abele, IntelCear, Libera, Uisp, la campagna chiede allo Stato di: porre un freno al modello di “liberalizzazione controllata” attraverso una moratoria rispetto all’immissione di nuovi giochi e la rinuncia a raccogliere ulteriormente i ricavi derivanti dall’azzardo; restituire un potere decisionale alle comunità locali; impedire la pubblicità del gioco d’azzardo con appositi divieti; inserire il gioco patologico all’interno dei livelli essenziali di assistenza previsti per i servizi sanitari; costituire un tavolo di confronto con le associazioni e i servizi impegnati nel settore per l’elaborazione di campagne di prevenzione.
“Siamo sollevati dal fatto che il Senato ieri abbia adottato un testo unico che diventa base per la discussione di un ddl”, ha detto don Armando Zappolini, presidente Cnca durante la presentazione della campagna.
Il testo prevede, infatti, la proposta di inserire la ludopatia tra le patologie trattate nei livelli essenziali di assistenza, l’inasprimento delle multe per i giocatori del settore illegale e delle pene per importatori e installatori non autorizzati, l’istituzione di un osservatorio nazionale per monitorare le dipendenze da gioco, l’introduzione del divieto di pubblicità ingannevole.
Un seminario nazionale a Roma, previsto a Roma per il 27 giugno prossimo, sarà la prossima iniziativa pubblica della campagna Mettiamoci in gioco.



Facebook

Twitter

YouTube