About Us

Giustizia: don Ciotti, Italia stupidamente più penale e meno sociale

18 Jun Giustizia: don Ciotti, Italia stupidamente più penale e meno sociale

18.06.2010 | Asca

Roma – In Italia la politica ha scelto di sostenere sempre più il penale, e di disinvestire ‘stupidamente’ nel sociale. E se la società civile vuole accompagnare il Paese fuori dalla crisi, deve ritornare proprio alla politica, ‘quella con la P maiuscola, presente, coerente, che lavora sui territori per trasformarli. Quella che Tom Benetollo, insieme all’Arci che ha presieduto, ha scelto per tanti anni’. Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, intervenendo alla Provincia di Roma alla terza edizione del ‘Premio Tom Benetollo per le buone pratiche locali’ ha affermato con amarezza che ‘e’ il momento di tornare a tuonare, come avrebbe fatto Tom, contro chi sostiene che la Costituzione e’ d’intralcio al Governo, e vuole limitare l’azione della magistratura’.
Questa crisi, ha sottolineato don Ciotti, non e’ solo economica, ma è impoverimento della politica e dell’etica. ‘Un fatto evidente – ha detto – nella scelta politica di far crescere il penale e stupidamente chiudere il sociale’. Il Gruppo Abele a 45 anni della sua storia, di strada, di servizi, ‘constata che tutte le accoglienze sono raddoppiate nel bisogno, nei nuovi volti, mentre diminuiscono risorse, progetti, e cresce la delega. Noi non verremo meno ai nostri impegni – ha concluso don Ciotti – proprio come ci ha insegnato Tom’.



Facebook

Twitter

YouTube