About Us

Haiti: un anno dopo il sisma violenze sessuali in aumento

10 Jan Haiti: un anno dopo il sisma violenze sessuali in aumento

HAITI_TENDOPOLI_294x196E’ passato un anno da quel giorno di gennaio. Eppure, dopo il terremoto che ha provocato 230.000 morti e 300.000 feriti, Port-au-Prince e le altre città haitiane sono ancora molto lontane dal ritorno alla normalità. All’epidemia di colera che nelle scorse settimane ha colpito la popolazione dell’isola ora si aggiunge un’ulteriore, terribile realtà: secondo Amnesty International, infatti, sarebbero centinaia le donne e le ragazze stuprate nelle tendopoli. Il rapporto di Amnesty raccoglie i contributi di oltre 50 ragazze vittime di violenze, che sono riuscite a denunciare i loro stupratori e hanno condiviso con l’organizzazione per i diritti umani la loro esperienza.   Amnesty International chiede ora al nuovo governo di Haiti, nell’ambito di un più ampio piano che affronti la crisi umanitaria, di prendere misure urgenti per porre fine alla violenza contro le donne. Secondo l’organizzazione per i diritti umani le donne haitiane dovrebbero essere coinvolte in prima persona nello sviluppo di questo piano. Miglioramento della sicurezza nei campi tendati, un’azione di polizia efficace e procedimenti giudiziari nei confronti dei responsabili della violenza sessuale sono le priorità che l’associazione chiede con urgenza di rispettare. Per leggere integralmente il rapporto di Amnesty International si può andare sul sito dell’organizzazione, www.amnesty.it



Facebook

Twitter

YouTube