About Us

I nostri figli e l’uso di cannabis: troviamo il coraggio di parlarne

17 Feb I nostri figli e l’uso di cannabis: troviamo il coraggio di parlarne

17.02.2017 | Corriere della Sera

Dopo il caso di Lavagna, che ha visto un ragazzo di 16 anni togliersi la vita durante una perquisizione per possesso di quantità minime di hashish, alcune riflessioni sulla necessità di un dialogo aperto tra genitori e figli in merito al consumo di sostanze stupefacenti e di una maggiore attenzione ai segnali che i ragazzi lanciano agli adulti. Tra gli esperti interpellati dal quotidiano, anche il presidente onorario del Gruppo Abele, Leopoldo Grosso, psicologo e psicoterapeuta: “distinguere è molto importante, perché non sempre il consumo di cannabis è la spia di una grave situazione di disagio. Le ricerche dicono che il 15 percento dei ragazzi tra i 15 e i 19 anni lo fa una o due volte al mese a fini socio-ricreativi. Ai genitori preoccupati chiedo: vostro figlio cos’altro fa? Continua ad andar bene a scuola, a praticare sport e avere compagnie con cui non fuma, a coltivare i suoi interessi? Oppure fuma tutti i giorni, ha un profitto scolastico fallimentare, ha perso interesse nelle altre attività? Nel secondo caso c’è una grave situazione di disagio, la palude  di un fallimento evolutivo”

Leggi l’articolo di Elena Tebano



Facebook

Twitter

YouTube