About Us

Immigrazione:don Ciotti, da Maroni e Salvini parole razzismo

08 Jun Immigrazione:don Ciotti, da Maroni e Salvini parole razzismo

08.06.2015 | Ansa

Roma – “Non si può ancora una volta giocare sulla pelle, sulla fatica e sulla disperazione di tante persone. Questa è una profonda ferita. Non bisogna assolutamente indietreggiare: dobbiamo trovare il modo di creare le condizioni per accogliere e dare dignità a queste persone che scappano dalla violenza e dalla fame”. Così don Luigi Ciotti, ai microfoni di InBlu, a proposito del presidente della regione Lombardia Roberto Maroni che minaccia il taglio dei trasferimenti ai Comuni che accetteranno nuovi migranti. Il presidente di Libera parla nel programma radiofonico “Ecclesia”: “Molte parole – aggiunge – sono di razzismo, offendono, tolgono dignità alle persone”. Per questa ragione don Ciotti chiama l’Italia “alla riforma delle coscienze, a un risveglio che non lasci la parola solo alle voci che dividono, umiliano e allontanano. Alziamo la nostra voce”.



Facebook

Twitter

YouTube