About Us

Isola Capo Rizzuto, incendiata l’auto del Sindaco. Don Ciotti: “Non li lasceremo soli”

05 Jul Isola Capo Rizzuto, incendiata l’auto del Sindaco. Don Ciotti: “Non li lasceremo soli”

05.07.2010 | Ansa

Crotone – “Libera, le oltre 1.500 associazioni aderenti, i gruppi sparsi in tutta Italia, continuano a procedere al fianco di Carolina Girasole, sindaco di Isola Capo Rizzuto, vittima di un’intimidazione da parte dei clan della ‘ndrangheta come prima di lei il vicesindaco Anselmo Rizzo e il funzionario Agostino Biondi. Non li lasceremo soli”. Lo ha sostenuto il presidente di Libera, don Luigi Ciotti. “Non permetteremo – ha aggiunto – che sia fatta attorno a loro terra bruciata, come abbiamo fatto con chiunque, nel mondo politico, si batte contro il crimine organizzato, l’ illegalità, la corruzione. Sappiano le mafie e chi le copre offrendo sponde ai loro giochi criminali, che quelle intimidazioni e coperture producono l’effetto contrario: non l’isolamento ma l’unione, non le dimissioni ma l’impegno, non le paure ma le speranze. Perché non sono rivolte soltanto alla singola persona che ne è vittima, ma al ‘noi’ che essa rappresenta e alimenta”.
“Ai politici e agli amministratori, come a tanti funzionari pubblici e uomini delle forze di polizia – ha concluso don Ciotti – non va la nostra solidarietà: va, sempre, la nostra corresponsabilità. Dice bene Carolina Girasole che questa è una ‘guerra’ che dobbiamo ‘vincere insieme’. Sia certa che questo ‘insieme’ esce oggi ancora più forte e determinato”.



Facebook

Twitter

YouTube