About Us

L’appello di Oxfam Italia per sconfiggere la fame nel mondo

03 Jun L’appello di Oxfam Italia per sconfiggere la fame nel mondo

Don Ciotti è tra i primi firmatari dell’appello della Ong per garantire l’accesso al cibo a tutti gli abitanti della terra. Contro l’ingiustizia di un sistema alimentare dominato dagli interessi economici.
Uno scandalo sotto i nostri occhi: la fame nel mondo
Nel nostro mondo c’è abbastanza cibo per tutti. Ma un miliardo di persone ogni giorno si addormenta a stomaco vuoto.  Un’ingiustizia che non possiamo permetterci. Un’ingiustizia frutto di un sistema alimentare dominato dagli interessi di un’oligarchia a scapito dei molti che vivono in povertà.
Questo sistema già oggi produce molte vittime: consumatori che subiscono l’aumento dei prezzi alimentari, produttori che vedono i loro raccolti distrutti dalle inondazioni, comunità già povere che vengono private della terra che coltivano e dei mezzi per tutelare il loro futuro. Contemporaneamente, i profitti si concentrano nelle mani di un numero sempre più ristretto di aziende e di persone.

Le vecchie soluzioni non funzionano più
Chi da questo sistema ci guadagna, propone una sola soluzione alla fame nel mondo: produrre di più, consumando più risorse, sfruttando oltre ogni limite la terra fertile, l’acqua e l’aria pulita da cui tutti noi dipendiamo.
Crediamo che questa sia una soluzione illusoria: non fermerà il riscaldamento globale, esaurirà presto le risorse del pianeta e farà più che raddoppiare i prezzi del cibo nei prossimi vent’anni.

Cambiare il futuro è possibile. Ora
Noi proponiamo altre soluzioni alla fame nel mondo. Soluzioni concrete, già realizzate in alcuni paesi e da noi sperimentate in molti progetti, dall’Asia al Brasile.  Soluzioni  capaci di rispondere ai bisogni crescenti dell’umanità andando a beneficio dei consumatori, dei produttori, dell’ambiente.
E’ ora di metterle in pratica. E’ ora di prenderci cura del futuro. Nostro e dei nostri figli. Per questo nasce COLTIVA, la campagna internazionale di Oxfam per un cibo, una vita, un pianeta migliore.
Un’azione concreta per tutti noi, consumatori e produttori di cibo, che propone ai responsabili dei governi e delle istituzioni internazionali, alle imprese, ai cittadini di:
– coltivare meglio, garantendo al miliardo di donne e uomini che producono cibo su piccola scala la terra e le risorse necessarie per assicurare una sana alimentazione alle loro famiglie e comunità;
– condividere meglio  le scelte che governano il sistema alimentare globale, riducendo il potere di pochi sulle decisioni che riguardano tutti;
– vivere meglio,  favorendo lo sviluppo di imprese più sostenibili, contrastando la minaccia del cambiamento climatico e mettendo al centro i bisogni delle generazioni future.

Grandi sfide da vincere. Insieme
Ci aspettano grandi sfide. A partire da adesso.
Perché il cambiamento inizia da ognuno di noi: ogni volta che scegliamo cibo prodotto in modo equo e sostenibile, ogni volta che ricicliamo o riutilizziamo un oggetto, ogni volta che chiediamo ai governi o alle imprese comportamenti più responsabili, stiamo coltivando buone azioni.

LA CAMPAGNA COLTIVA È SOSTENUTA A LIVELLO INTERNAZIONALE DA
Angelique Kidjo, Gael Garcia Bernal, Scarlett Johannson, Lula – già presidente del Brasile, Desmond Tutu.

IN ITALIA È PROMOSSA DAL COMITATO DI INDIRIZZO DI OXFAM ITALIA
Maite Carpio, Maurizia Leto di Priolo Iachino, Gianni Riotta, Gianni Rufini, Sabina Siniscalchi, Mario Tozzi, Dario Voltattorni.

PRIMI FIRMATARI DEL MANIFESTO
Antonio Amendola, Serena Autieri, Neil Barrett, Leonardo Becchetti, Don Luigi Ciotti, Sabina Ciuffini, Pierfrancesco Favino, Cristina Lucchini, Maria Grazia Mammuccini, Giampiero Maracchi, Modena City Ramblers, Negrita, Andrea Nicolello – Rossi, Carlo Petrini, Giuseppe Politi,
Vittoria Puccini, Felice Scalvini, Cinzia TH Torrini, Paola Turci, Stefano Zamagni.



Facebook

Twitter

YouTube