About Us

Lavoro e ambiente, l’Ue multa ancora l’Italia

10 Mar Lavoro e ambiente, l’Ue multa ancora l’Italia

discarica1“Multe per il mancato rispetto delle normative europee”. L’Unione Europea batte ancora alla porta dell’Italia in tema di ambiente e, per il 2015, chiede al Ministero del Tesoro un totale di 140 milioni di euro. Nel mirino ci sono il mancato recupero degli “aiuti di stato” concessi nel 1997 per le assunzioni a tempo indeterminato. E per non avere eseguito la sentenza della Corte di Giustizia che, nel 2007, ha messo fuori legge il sistema delle discariche del Paese.
Infrazioni che, verosimilmente, saranno ridotte di un terzo ma che comunque rimarcano il ritardo dell’Italia, specie in materia di rifiuti. Basti pensare che, stando al rapporto che ha portato alla condanna, nel 2013 erano 218 i centri localizzati in 18 delle 20 regioni italiane non conformi alla direttiva rifiuti, soprattutto perché prive di autorizzazione e sedici impianti contenevano resti pericolosi. In molti casi, si tratta di siti abusivi, mai mappati, di cui lo Stato non ha notizia.

(piero ferrante)



Facebook

Twitter

YouTube