About Us

Legge stabilità: Boldrini, serve segnale a fasce più deboli

26 Oct Legge stabilità: Boldrini, serve segnale a fasce più deboli

26.10.2015 | Ansa

Milano – Al termine della suo a Lectio Magistralis sulle sfide globali dell’Europa, la presidente della Camera ha risposto ad alcune domande della platea composta principalmente di studenti e persone attive in campo diplomatico o della cooperazione internazionale. Dapprima ha osservato che “le diseguaglianze sono la prime emergenza sociale in Italia” e che “perdere il lavoro oggi significa anche perdere dignità”. Per questo, la Boldrini ha ribadito la sua convinzione che in Italia come in Grecia serva “avere un reddito minimo, quello che Don Ciotti definisce reddito di dignità”, a sostegno di quelli che perdono il lavoro e “rischiano di rimanere sulla strada”. Ma per la presidente della Camera c’è una scadenza più ravvicinata che permette di intervenire a favore degli italiani a rischio di povertà, la legge di stabilità che arriva domani in Senato. “Servono misure a vantaggio dei redditi più bassi – è stato il senso del suo ragionamento – altrimenti le persone non consumano e se non consumano non c’è ripresa. Dunque è eticamente importante farlo ma anche economicamente utile”.



Facebook

Twitter

YouTube