About Us

L’emozione di don Ciotti in via Toscana

14 Nov L’emozione di don Ciotti in via Toscana

14.11.2015 | Lanazione.it

“Sono stato col questore a pregare nel capannone dove hanno perso la vita sette persone. Non mi sembra possibile. Abbiamo la responsabilità della memoria. Uno si ferma davanti a quella porta di metallo dalla quale hanno provato a uscire e non ci sono riusciti. Fermarsi a riflettere e a pregare in quel luogo è un dovere di tutti, così come è un dovere impegnarsi di più a vivere la nostra libertà in rapporto agli altri”. Sono state queste le prime commosse parole di don Luigi Ciotti, il fondatore di Libera e del Gruppo Abele, ospite ieri sera alla casa del popolo di Cafaggio. Don Ciotti – che è stato accolto affettuosamente dal sindaco Matteo Biffoni – ha voluto visitare lo stabile in cui avvenne il primo dicembre del 2013 la tragedia di via Toscana, quando morirono in un incendio sette lavoratori cinesi.

Lanazione.it



Facebook

Twitter

YouTube