About Us

L’esposto delle Ong per i respingimenti in Libia

22 Jun L’esposto delle Ong per i respingimenti in Libia

I ripetuti rinvii forzati in Libia con navi italiane di migranti rintracciati nelle acque vicine a Lampedusa sono gravi violazioni del diritto d’asilo e dei diritti fondamentali della persona previsti dalle norme nazionali, comunitarie e internazionali

I respingimenti di migranti in Libia violano il diritto d’asilo, le norme nazionali, comunitarie e internazionali
I ripetuti rinvii forzati in Libia con navi italiane di migranti rintracciati nelle acque vicine a Lampedusa sono gravi violazioni del diritto d’asilo e dei diritti fondamentali della persona previsti dalle norme nazionali, comunitarie e internazionali.
Un pool di organizzazioni non governative italiane ed estere ha inviato alcuni esposti alla Commissione europea, al Commissario del Consiglio d’Europa per i diritti umani e al comitato Onu per i diritti umani sulle gravi violazioni delle norme nazionali, comunitarie ed internazionali perpetrate dal respingimento di migranti verso la Libia.
Le associazioni si appellano alle istituzioni internazionali ed europee affinché condannino l’Italia e richiedano alle autorità del nostro paese di non procedere ad ulteriori respingimenti. Viene inoltre richiesto alla Commissione europea di intraprendere una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per violazione delle norme comunitarie in materia di protezione internazionale.

Le associazioni italiane firmatarie dell’esposto sono:
Servizio rifugiati dei Gesuiti
Comunità di Sant’Egidio
Consiglio Italiano per i Rifugiati
Arci
Asgi
Libera
Federazione delle Chiese evangeliche
Casa dei diritti sociali di Roma
Giuristi Democratici
Gruppo Abele
Progetto Diritti.

Le associazioni estere che hanno firmato l’esposto sono:
Gisti
Anafe
Euro-Mediterranean Human Rights Network
Jesuit Refugee Service Europe
Migreurop
FLARE network

 



Facebook

Twitter

YouTube