About Us

“L’Italia sono anch’io”, consegnate 110.000 firme

06 Mar “L’Italia sono anch’io”, consegnate 110.000 firme

Immagine 21Si è conclusa oggi la prima fase della campagna “L’Italia sono anch’io”promossa da 19 organizzazioni italiane, tra cui anche il Gruppo Abele, Libera e Terra del Fuoco.
Obiettivo della mobilitazione: raccogliere 50.000 firme per due proposte di legge d’iniziativa popolare. La prima sulla concessione della cittadinanza ai figli degli immigrati nati sul suolo italiano. La seconda relativa al diritto di voto agli stranieri regolari presenti nel nostro Paese.
I numeri raggiunti sono ben al di là delle aspettative: oltre 100 comitati locali si sono attivati per promuovere l’iniziativa e un migliaio di volontari si sono impegnati per mesi, riuscendo infine a portare in dote ben 109.268 firme per la prima proposta di legge e 106.329 per il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori immigrati regolarmente presenti in Italia da cinque anni. Oltre il doppio rispetto ai numeri necessari perché la proposta possa essere vagliata dal Parlamento.
La regione dove sono state raccolte più firme è stata la Lombardia (più di 18mila), a seguire l’Emilia Romagna (15mila) e il Piemonte, con 11mila persone che hanno sottoscritto le proposte di legge.
La grande adesione a questa iniziativa testimonia il rilievo che queste tematiche hanno assunto nell’Italia di oggi. Lo stesso Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, mesi fa si era pronunciato sulla necessità di passare dallo “ius sanguinis”, in base alla quale ciascuno “eredita” la cittadinanza dei propri genitori e solo al compimento della maggiore età ha diritto a chiedere quella dello Stato in cui è nato e risiede, allo “ius soli”, secondo cui si è cittadini del Paese dove si nasce.
Dopo essere state raccolte, contate e certificate, oggi tutte le firme sono state consegnate alla Camera in attesa che le proposte vengano prese in considerazione. E per mantenere viva l’attenzione sul tema, il comitato che riunisce le 19 associazioni della campagna “L’Italia sono anch’io” non conclude con oggi la propria attività e ha già in previsione una nuova campagna di informazione e comunicazione che verrà presentata nei prossimi giorni.



Facebook

Twitter

YouTube