About Us

Mafia: Cia, vicini a don Ciotti. No intimidazioni

10 Jul Mafia: Cia, vicini a don Ciotti. No intimidazioni

10.07.2012 | Ansa

Roma – Solidarietà da parte della Cia- Confederazione italiana agricoltori, a Don Ciotti e a tutti i lavoratori delle cooperative colpite dalla mafia dai recenti atti vandalici che hanno devastato intere coltivazioni. Si tratta di un lungo elenco di terreni confiscati alla criminalità organizzata, spiega la Cia in occasione della presentazione del IV Rapporto sulle agro-mafie, prima ‘liberati’ dal lavoro delle cooperative dell’associazione ‘Libera’ di Don Ciotti, poi di nuovo “offesi e umiliati” dagli incendi dolosi. Il presidente della Cia, Giuseppe Politi, esprime una “ferma condanna” in merito a questi atti di vandalismo che nell’ultimo mese hanno devastato ettari ed ettari di campi, dagli uliveti di Castelvetrano e di Partanna nel trapanese, ai campi di grano a Pignataro nel casertano e quelli a Mesagne nel brindisino e poi ancora gli agrumeti di Belpasso in provincia di Catania.”Il lavoro che Libera e Cia svolgono insieme è la dimostrazione di un impegno civile che vuole partire proprio dall’agricoltura – conclude Politi – e che non si fermerà di fronte a questi roghi intimidatori”.



Facebook

Twitter

YouTube