About Us

Mafia: Ciotti a Roberti, accanto a connivenze Chiesa anche eroismo

25 Feb Mafia: Ciotti a Roberti, accanto a connivenze Chiesa anche eroismo

25.02.2015 | Agi

Città del Vaticano – Sulla mafia ”silenzi ad onor del vero nella Chiesa ci sono stati, comprese anche alcune connivenze”. Ma è altrettanto vero che ”noi abbiamo davanti agli occhi tanti esempi di chi vive il Vangelo con radicalità e senza accomodamenti. Pronti a dare la vita per combattere le mafie. Come è capitato in passato, e capiterà in futuro”. Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, risponde così alla Radio Vaticana che gli ha chiesto di commentare le forti accuse del procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, per il quale ”la Chiesa è stata per decenni in silenzio sul fenomeno mafia ed ha per questo gravi responsabilità”. Don Ciotti non nega che non si sia fatto abbastanza, ma sottolinea che queste critiche non sarebbero da rivolgere solo alla Chiesa. ”Se dobbiamo parlare di silenzio dobbiamo però – rileva – parlare anche dei silenzi, delle complicità, delle reticenze, da parte di ampi settori della politica, della società civile e di organizzazioni istituzionali del nostro Paese che hanno colpe pesantissime”. Per don Ciotti, ”questo è il vero problema. La Chiesa ha le sue fragilità ma anche testimoni bellissimi come don Pino Puglisi, per citarne solo uno”.



Facebook

Twitter

YouTube