About Us

Mafia: don Ciotti, dobbiamo graffiare coscienza persone

28 Jul Mafia: don Ciotti, dobbiamo graffiare coscienza persone

28.07.2014 | Ansa

Roma – “Dobbiamo graffiare la coscienza delle persone, perché abbiamo troppi cittadini ad intermittenza, troppa gente che si commuove quando ci sono le tragedie ma che poi non si smuove”. Così il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti, a margine della firma del protocollo anti-mafia firmato oggi con il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Oggi viene siglato un patto di tre anni di estremo impegno per collaborare insieme con la Regione, ognuno con il suo ruolo e le sue competenze le sue responsabilità, ma insieme. Questo mi pare molto importante – afferma -. Abbiamo bisogno di lavorare di più insieme, pubblico privato e volontariato, dobbiamo essere più responsabili tutti”.

Mafia: don Ciotti, Ponte Stretto avrebbe unito cosche
Roma – “Per il momento il ponte sullo Stretto non si fa. Fortunatamente, anche perché non avrebbeunito tanto due coste, ma sicuramente avrebbe unito due cosche”. Così don Luigi Ciotti ha parlato della giornata della Legalità in programma tra due anni tra Reggio Calabria e Messina durante la presentazione del protocollo anti-mafia firmato con il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.



Facebook

Twitter

YouTube