About Us

Mafia, don Ciotti: “Politica ne parla troppo poco”

06 Mar Mafia, don Ciotti: “Politica ne parla troppo poco”

06.03.2018 | LaPresse

Roma – “Abbiamo sentito parlare molto poco in questa campagna elettorale di mafia e di corruzione. Tocca anche noi come cittadini essere un pungolo per chiedere conto di tutto questo. Mafia e corruzione sono secoli che sono presenti in questo paese”. Lo dice don Luigi Ciotti parlando alla presentazione dell’offerta Rai per la XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera. “La politica dovrebbe essere l’etica della comunità mentre oggi in molto contesti c’è un divorzio fra la politica e l’etica. Se la politica è lontana dalla storia della gente da questi problemi non è politica è un’altra cosa”, aggiunge.

 

Mafia, don Ciotti: Vittime vanno celebrate portando avanti loro ideali 
Roma – “L’impegno di Libera non è solamente memoria. Serve impegnarsi 365 giorni all’anno per la giustizia e la verità. Le vittime di mafia non sono morte per essere celebrate con una targa ma perchè siano portati avanti gli ideali per i quali hanno vissuto”. Lo dice don Luigi Ciotti parlando alla presentazione dell’offerta Rai per la XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera. La piazza principale sarà quella di Foggia, una scelta effettuata prima della strage avvenuta lo scorso maggio. “I luoghi dove la mafia continua ad uccidere sono due: Napoli città e la provincia di Foggia – prosegue don Ciotti- la mafia del Gargano è stata sottovalutata per tanti anni ma ha fatto circa 300 omicidi”.



Facebook

Twitter

YouTube