About Us

Mafia: dopo Genova Giornata Memoria sbarca a Lampedusa

22 Mar Mafia: dopo Genova Giornata Memoria sbarca a Lampedusa

22.03.2012 | Ansa

Palermo – Dopo l’abbraccio dei 100 mila di Genova, le tantissime iniziative in giro per l’Italia, la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie, promossa da Libera e Avviso pubblico, sbarca a Lampedusa. Un’iniziativa che unisce simbolicamente il capoluogo ligure e l’isola delle Pelagie, in un percorso di memoria in ricordo di tutte le vittime delle mafie. Genova e Lampedusa, seppur distanti chilometri, sono accomunate, infatti, dalla stessa caratteristica di essere ‘porto’ d’Europa, due terre simbolo del dialogo interculturale, autentici luoghi da cui ripartire con messaggi di pace, giustizia e legalita’.
L’appuntamento di domani si aprira’ con la marcia lungo le vie del paese, con partenza da piazza Garibaldi e arrivo alla Porta d’Europa, dove verranno letti gli oltre 900 nomi delle vittime delle mafie ai quali si aggiungeranno simbolicamente i nomi di tutti i migranti in fuga da guerre e carestie uccisi dalle mafie internazionali, che organizzano i trasferimenti verso l’Europa. Saranno presenti don Luigi Ciotti (presidente nazionale di Libera), Paolo Beni (presidente nazionale di Arci), Vittorio Cogliati Dezza (presidente nazionale di Legambiente), il magistrato Vittorio Teresi (Procura di Palermo).
All’iniziativa hanno aderito Arci, Agesci, Caritas, Cgil e Cisl, Confcooperative, diocesi di Agrigento, Legambiente, Lega delle cooperative, parrocchia di San Gerlando di Lampedusa, Progetto Policoro della Cei, Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati della coop ‘I Girasoli’ di Mazzarino, Terra del fuoco e l’Ufficio immigrazione della questura di Agrigento.



Facebook

Twitter

YouTube