About Us

“Miseria ladra”: oltre 40 eventi su tutto il territorio per la campagna del Gruppo Abele e Libera contro la povertà

29 Oct “Miseria ladra”: oltre 40 eventi su tutto il territorio per la campagna del Gruppo Abele e Libera contro la povertà

29.10.2013 | Adnkronos


“Miseria Ladra”, la campagna di contrasto alla povertà lanciata da Libera e Gruppo Abele, entra nel vivo a Roma con tre appuntamenti. A partire da domani 30 ottobre con l’appuntamento dedicato agli sfratti, seguito il 14 novembre da quello dedicato alle politiche sociali e quello del 30 novembre sulle riconversioni ecologiche. Tre temi che rientrano nelle proposte della campagna per “dichiarare illegale la povertà” e che vanno dall’aumento del fondo sociale alla moratoria sui crediti di Equitalia, dalla sospensione degli sfratti esecutivi al reddito minimo di cittadinanza e l’agricoltura sociale. Proposte che saranno articolate sul territorio attraverso le oltre 40 iniziative previste in tutta Italia nell’ambito della campagna. Quella denunciata con la campagna Miseria Ladra è “una situazione drammatica in termini sociali, economici e ambientali. Basta partire dal Rapporto Istat 2012 che ci dice che in Italia oggi ci sono più di 9 milioni di poveri relativi, cioè di persone che vivono con 506 euro al mese, e 4 milioni e mezzo di poveri assoluti che vivono nella totale indigenza. Vuol dire che un italiano su 4 vive una situazione di povertà relativa o di totale indigenza”, spiega all’Adnkronos Giuseppe De Marzo di Libera. E poi “due famiglie su tre sono impoverite e hanno dovuto ridurre il carrello della spesa e ci sono, in Italia, due milioni di Neet, giovani che nemmeno cercano più lavoro, che sono fuori dal sistema educativo e senza formazione. A questi si aggiungono precari e disoccupati e all’orizzonte, purtroppo, non vediamo politiche di lotta alla povertà che, oggi, è il principale problema del nostro Paese”.
“Ci teniamo a ricordare – aggiunge De Marzo – che i diritti non sono doni ma il centro su cui è stato costruito il nostro patto sociale, cioè la nostra carta costituzionale, e i diritti incorporano i principi di uguaglianza e dignità”. Obiettivo della campagna, uscire dall’ordine di idee che “se sei povero è colpa tua”, ma anche da quella della compassione. “Abbiamo le risorse necessarie per uscire dalla crisi – conclude De Marzo – bisogna solo cambiare l’ordine delle priorità. Per questo chiediamo al governo di rimettere al centro le vere esigenze del Paese visto che oggi la povertà è la peggiore delle malattie e la più grande illegalità dell’Italia”. Il calendario degli appuntamenti della campagna ‘Miseria Ladra’ e le 10 proposte per contrastare da subito la poverta’ sul sito dedicato all’iniziativa www.miserialadra.it



Facebook

Twitter

YouTube