About Us

Nelle schede del governo la Giornata della legalità e della memoria

16 Jul Nelle schede del governo la Giornata della legalità e della memoria

16.07.2014 | Agi

Roma – Quanto a concussione e corruzione, il Governo intende applicare il trattamento sanzionatorio in materia di concussione anche nei confronti dell’incaricato di pubblico servizio, estendendo così la norma a un’area più ampia, rispetto a quella attuale, di soggetti investiti di compiti di interesse pubblico, come, ad esempio, gli amministratori di società a capitale pubblico. Saranno estesi ai reati di corruzione e simili gli strumenti di indagine finalizzati al contrasto alle mafie. L’esercizio dell’azione penale per alcuni dei più gravi reati contro la P.A. sarà comunicato immediatamente all’Autorità nazionale anticorruzione e alla Corte dei Conti, anche nei casi in cui non derivi un danno diretto per l’erario, per far sì che i magistrati contabili e l’Autorità guidata da Raffaele Cantone possano esplicare i loro compiti disponendo di tutte le informazioni necessarie. La riforma, inoltre, prevede un inasprimento delle pene per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso; alle vittime di mafia, poi, sarà dedicata una “Giornata della legalità e della memoria” da celebrare il 21 marzo di ogni anno. Infine, in un’ottica di risparmio di spesa e di tutela dell’ordine pubblico, sarà estesa la possibilità di ricorrere allo strumento della videoconferenza per far partecipare i detenuti al processo. 



Facebook

Twitter

YouTube