About Us

P.A.: don Ciotti, bene assunzione testimoni di giustizia

26 Aug P.A.: don Ciotti, bene assunzione testimoni di giustizia

26.08.2013 | Ansa


Roma – La misura approvata oggi sull’assunzione diretta dei testimoni di giustizia nell’ambito dell’amministrazione pubblica “è un buon provvedimento”. Lo sostiene don Ciotti, presidente di Libera. ”In primo luogo – spiega don Ciotti – perché riconosce il debito morale dello Stato verso persone che si sono messe in gioco per il bene di tutti, scegliendo di non tacere di fronte a fatti molto gravi di cui sono state testimoni. In secondo luogo perché il provvedimento estende al testimone di giustizia i diritti giustamente previsti per i famigliari delle vittime delle mafie, sottolineando la profonda funzione civile e sociale che gli uni e gli altri portano in termini di crescita della cultura della legalità e della responsabilità nel nostro Paese”. Il presidente di LIbera esprime però una riserva. “Il provvedimento – osserva – stabilisce che, come per i familiari delle vittime, l’assunzione sia condizionata alla disponibilità di posti, diversamente da quello che succede ad esempio in Sicilia, dove la Regione ha previsto – proprio nel segno di un risarcimento morale – l’assunzione anche in sovrannumero. Ci auguriamo che questo nodo venga al più presto superato per evitare che una misura così positiva non trovi poi gli strumenti e le risorse per essere concretizzata, rischio tanto più grande in un momento di recessione economica come quello che stiamo attraversando”.



Facebook

Twitter

YouTube