About Us

Parma, per 5 giorni cantiere dell’educazione

13 Oct Parma, per 5 giorni cantiere dell’educazione

Salvatore_Rizzo_e_don_CiottiCento ore di laboratori formativi gratuiti con 600 presenze accreditate da oltre 10 regioni d’Italia, 9 conversazioni pubbliche con quasi 40 esperti, 6 eventi collaterali e un’intera squadra di formatori a coordinare ogni sessione portante. Per cinque giorni, quelli dal 6 al 10 ottobre, Parma è stata la capitale italiana della formazione grazie a CantierEducare, evento promosso dalla Libera Università dell’Educare e dalla Fondazione Cariparma in collaborazione con il Gruppo Abele, e la Fondazione di Comunità di Messina. Cinque giorni intensi, chiusi dalle parole di Luigi Ciotti: “Siamo qui per evitare la malattia mortale della rassegnazione, per gridare alla politica che educazione, lavoro, lotta alle mafie sono l’unica strada per una rivoluzione culturale. La speranza ha bisogno di tutti, soprattutto dell’umiltà dell’educatore”.
L’educazione come metodo e come mezzo, dunque e non solo come concetto. Un’educazione che si interroga, che mette le mani nella realtà quotidiana, che si confronta con la vita e che affronta le difficoltà di un mondo in crisi socio-culturale prima ancora che economica. Gli incontri esperti come Moni Ovadia, Luigi Ciotti e Nando Dalla Chiesa sono serviti, in questo senso, per tracciare il quadro di un’educazione che si fa impegno: artistico, sociale, antimafia.
L’esperienza del cantiere educativo, che ha visto anche la partecipazione (tra gli altri) di Michele Gagliardo e Franco Floris, non si fermerà qui. A dirlo è stato lo stesso presidente della Libera Università dell’Educare, Mario Schermi, spiegando che, anzi, si apre ora il tempo di gettare “un ponte che guarda avanti, apre canali di comunicazione tra associazioni e professionisti, si assume la responsabilità di occuparsi della restituzione di ciò che è stato fatto e allo stesso tempo comincia a pensare a quello che ancora si deve fare per riportare l’educare al centro del dibattito”

(piero ferrante)



Facebook

Twitter

YouTube