About Us

Processo Eternit “prescritto prima di iniziare”

26 Feb Processo Eternit “prescritto prima di iniziare”

Eternit_3All’indomani della prima sentenza che lasciava senza colpevoli le oltre 3mila vittime dell’Eternit, Libera e Gruppo Abele tramite Riparte il futuro hanno lanciato una campagna di raccolta firme per la riforma della prescrizione in Italia. In questi mesi oltre 80 mila cittadini si sono uniti per chiedere che si mettesse fine a quello che lo stesso presidente Renzi aveva definito “un incubo”.
Tuttavia appena ieri la Cassazione ha ribadito che il processo Eternit era “prescritto prima di iniziare” presentando il fascicolo con le motivazioni del verdetto dello scorso 19 novembre. Nonostante ciò, il disegno di legge presentato dal governo è ancora imperfetto: resta nel testo una norma transitoria che prevede che la nuova disciplina venga applicata “ai fatti commessi successivamente alla data di entrata in vigore della presente legge”, salvando tra i vari anche Silvio Berlusconi dal processo per la compravendita di senatori, che andrà in prescrizione questo autunno. Inoltre, la promessa del governo di portare da 2 a 3 anni lo stop della prescrizione per i corrotti non è stata finora mantenuta. Infine, il blocco dei tempi della prescrizione non sarà all’inizio dell’azione del giudice, come chiesto tramite Riparte il futuro, ma solamente dopo la condanna in primo grado. Il rischio è che si faccia di tutto per allungare l’iter all’inizio del processo, ingolfando la macchina della giustizia e rallentando ancor di più i tempi dei tribunali. Mentre l’Italia affonda sotto il peso delle ingiustizie, che rubano speranze e futuro, continuiamo a chiedere #lafinedellincubo.

 Firma la riforma per la prescrizione

 



Facebook

Twitter

YouTube