About Us

Ragazzi fuori, il terzo rapporto di Antigone sugli istituti penali per minori

09 Nov Ragazzi fuori, il terzo rapporto di Antigone sugli istituti penali per minori

Nel 1940 erano 8.521 i minori rinchiusi nelle carceri italiane, oggi appena 449. Negli Istituti Penali per Minori (Ipm) scende il numero di ingressi di stranieri (-53,2%) ma si registra una percentuale femminile doppia rispetto alla popolazione detenuta adulta. Questi sono alcuni dei dati forniti da Ragazzi Fuori, il terzo rapporto sugli istituti penali per minori realizzato dall’associazione Antigone in collaborazione con l’Isfol.I reati commessi sono perlopiù contro il patrimonio, seguono i reati contro la persona (159 in totale, considerando 11 omicidi volontari e 12 tentati omicidi) e la violazione della legge sugli stupefacenti.
Sebbene il numero degli ingressi dei detenuti stranieri sia in forte calo, gli stranieri minori detenuti sono 204 su 449, pari al 45,43% del totale. Occorre però ricordare che i minorenni italiani beneficiano maggiormente di misure alternative al carcere rispetto ai loro coetanei stranieri. Nel corso del primo semestre 2015, ad esempio, i collocamenti nelle comunità hanno coinvolto il 55,8% di italiani e solo il 44,2% di stranieri.
Brutte notizie vengono dal fronte istruzione: stando al Rapporto del Dipartimento Giustizia Minorile del 2012 su 1.066 iscritti ai corsi solo 71 ottengono il conseguimento del titolo. Secondo l’associazione Antigone questi numeri suggeriscono il ripensamento non solo del sistema di istruzione all’interno delle carceri bensì dell’intero ordinamento penitenziario minorile.

 Antigone.it



Facebook

Twitter

YouTube