About Us

Sconfiggere la tratta si può

04 Jul Sconfiggere la tratta si può

Il Gruppo Abele sottoscrive il documento dell’Associazione studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) sul recepimento della Direttiva europea del 2009 che interviene sul fenomeno della tratta e sulla tutela delle vittime.

La tratta e lo sfruttamento di persone sui luoghi di lavoro rappresentano una piaga che coinvolge nel mondo milioni di persone. In Italia tale fenomeno è molto diffuso ed è trasversale a diversi settori produttivi quali l’agricoltura, l’edilizia, la logistica…
Tutto ciò è favorito anche dalla diffusa tolleranza, a livello sociale e istituzionale, verso il lavoro nero. L’importante Direttiva Europea 2009/52/CE costituisce un’occasione importante per intervenire sul fenomeno della tratta finalizzata allo sfruttamento sui luoghi di lavoro e soprattutto a tutela delle vittime.
Tuttavia il decreto legislativo di attuazione di tale Direttiva proposto dal Governo lo scorso 17 aprile rischia di non cogliere tale opportunità, dal momento che ne limita fortemente la portata e  tralascia, in particolare, il recepimento di importanti disposizioni a tutela dei lavoratori migranti.
Il Gruppo Abele condivide e sottoscrive pertanto le osservazioni dell’ASGI (associazione studi giuridici sull’immigrazione) contenute nel documento sottoposto alle Commissioni parlamentari competenti, sollecitando a rivedere il contenuto del decreto legislativo.
La tutela delle vittime, oltre ad essere un irrinunciabile atto di giustizia, costituisce uno strumento fondamentale se si intende realmente incidere sul lavoro nero e sullo sfruttamento.

 

 Leggi il documento presentato al Parlamento

Asgi.it



Facebook

Twitter

YouTube