About Us

Sveglitaliani

07 Dec Sveglitaliani

Luigi Ciotti ha inviato un messaggio ai partecipanti della manifestazione “Sveglitaliani” in corso oggi a Napoli: vestiti a lutto, cerone bianco in faccia e sveglia al seguito, i rappresentanti del mondo della cultura e del teatro hanno dimostrato per un’Italia più “libera, bella, accogliente e umana”.

Cari amici,
vorrei tanto essere con voi oggi, in quella bella piazza, e solo impegni presi in precedenza me lo impediscono. Ma anche da lontano so che sentirò risuonare forte il “trillo” che dà voce alla vostra voglia di cambiamento. Una voglia sana, bella, giusta, perché il pericolo più grande che corriamo è quello della sfiducia, della rassegnazione, dell’indifferenza, dello scaricare sempre sugli altri colpe e responsabilità. La vostra iniziativa ci insegna invece che cittadinanza significa “corresponsabilità”. Significa sentire il desiderio di fare la nostra parte, di contribuire a quel “bene comune” che è premessa di quello individuale, garanzia della libertà e dignità di ognuno.
A “salvarci”, a spronarci, non può che essere la cultura. È anche la cultura che dà la sveglia alle coscienze, che ci rende cittadini consapevoli e attenti. E questa sveglia che oggi tenete in mano è un bellissimo simbolo del nostro bisogno di conoscere per uscire dal torpore, di recuperare una coscienza critica, di cercare ed esigere un’informazione seria, approfondita, documentata, non superficiale o asservita a interessi di parte.
Il trillo delle vostre sveglie è allora un suono di riscossa e di denuncia. Ma nello stesso tempo è una voce di proposta, di impegno. L’impegno che chiama tutti a darsi da fare perché a tutti sia assicurata una vita libera e dignitosa. Un “tutti” che ci coinvolge al di là delle appartenenze e dei riferimenti più diversi. E allora questo camminare, oggi, vostro e mio – anche se da lontano – sia sempre un camminare all’insegna del “noi”, l’unico orizzonte dentro il quale possiamo dare futuro, senso e speranza alle nostre vite, e al nostro Paese. Quell’Italia che non smettiamo di sognare più libera, più bella, più accogliente e umana.

(don luigi ciotti)



Facebook

Twitter

YouTube