About Us

Tutti a Ventimiglia: non si processa chi nutre gli affamati

21 Apr Tutti a Ventimiglia: non si processa chi nutre gli affamati

21.04.2017 | Il Fatto Quotidiano

“Dar da mangiare a chi ha fame è da sempre il gesto fondamentale della solidarietà. Punire la solidarietà o impedirne l’esercizio, quale ne sia la ragione, mette in pericolo i principi e i valori minimi di umanità e di civiltà. Per questo ci preoccupa e ci indigna l’incriminazione a Ventimiglia di alcuni volontari francesi, denunciati per ‘inosservanza dei provvedimenti dell’autorità’ avendo distribuito cibo ai migranti contravvenendo al divieto del sindaco. E tanto più ci preoccupa e indigna il contesto in cui questa vicenda si colloca: un contesto in cui si moltiplicano ordinanza e divieti analoghi, che trovano la loro legittimazione, da ultimo, nel decreto Minniti”. Inizia così il testo dell’appello firmato da molte personalità tra cui Luigi Ciotti, presidente e fondatore del Gruppo Abele, e Livio Pepino, direttore responsabile della casa editrice dell’associazione Gruppo Abele.

Leggi l’articolo



Facebook

Twitter

YouTube