About Us

Università della Strada: sosta e pensieri per l’estate

09 Aug Università della Strada: sosta e pensieri per l’estate

Finalmente è arrivata l’estate. Un momento in cui ciascuno di noi, giovani e adulti, ragazzi e famiglie, può regalarsi del tempo per il riposo, per uscire dallo stress quotidiano, per riprendere in mano la propria vita e ricercarne il senso. Con questo scopo il Gruppo Abele propone alcune iniziative organizzate dalla nostra “Università della Strada”. Rilassarsi non per chiudere gli occhi: vogliamo conoscere i problemi dell’oggi e di cui siamo parte. Vogliamo però trovare un modo per non restarne schiacciati, ma immaginare insieme possibilità di trasformazione, “piste di lavoro”, provocazioni e stimoli per diventare protagonisti del cambiamento che vogliamo.
Per i giovani l’Università della Strada ha organizzato due occasioni di ricerca e formazione: la prima si è svolta a inizio luglio, dal titolo Noi siamo qui. Se il mondo non cambia…cambia il mondo”  e ha visto la partecipazione di ragazzi dai 16 ai 19 anni provenienti da tutta Italia, con lo scopo di dare ai ragazzi alcuni strumenti di riflessione, a partire dalla piccola realtà in cui siamo immersi, per cercare di capire dove ci troviamo, come si muove la società in cui viviamo, quali opportunità abbiamo (o vogliamo costruirci) per affrontare la vita e la convivenza con gli altri in modo consapevole e coraggioso, per cercare di capire come essere cittadini corresponsabili nella produzione e salvaguardia dei beni comuni.
uds 2013 bLa seconda, sarà dal 22 al 27 settembre, dal titolo “Per quanto voi vi crediate assolti siete per sempre coinvolti… Per quale giustizia e per quali diritti?”ed è rivolta a ragazzi/e dai 18 ai 25 anni. Visto il bel gruppo che si è formato durante la prima edizione di questa scuola, nel settembre 2012, e visto l’entusiasmo e la concretezza con cui i ragazzi si sono impegnati, riproponiamo, con ospiti e tematiche differenti, lo stesso mix tra visite guidate a realtà impegnate nel sociale, colloqui con esperti, lavori di gruppo. L’obiettivo di quest’anno è intraprendere un cammino comune per riflettere su giustizia e diritti, approfondendo i temi dell’uguaglianza, della sicurezza, dell’immigrazione, della carcerizzazione delle marginalità sociali, ecc.
Un laboratorio di idee in cui i giovani possano confrontarsi, comprendere, criticare, mettersi in discussione promuovere nuove forme di cittadinanza e scegliere il proprio ruolo nella società (info e iscrizioni: 011 3841083, mail: segr.areafgs@gruppoabele.org).

Sosta e pensiero hanno bisogno di luoghi in cui il silenzio, la natura, l’accoglienza, la buona cucina offrano quell’ambiente che permette di concentrarsi e di riposarsi. La Certosa 1515, sulla strada che da Avigliana porta alla Sacra di San Michele, un antico convento immerso nel verde del Monterpichiariano, sarà la cornice e la protagonista di queste settimane www.certosa1515.org

(a cura della redazione)



Facebook

Twitter

YouTube