About Us

 

Hanno detto di noi

20 Mag Agenzie Ansa del 1995

E’ iniziata una nuova fase politica italiana, la Seconda Repubblica, eppure i problemi sono sempre drammaticamente gli stessi. In questo periodo il Gruppo Abele, oltre a portare avanti le battaglie di sempre contro droga e Aids, è impegnato in una raccolta firme per chiedere la rapida confisca dei beni ai mafiosi. Nei mesi successivi il Gruppo torinese diventa uno dei promotori di Libera, il cartello di associazioni che si batte contro le mafie.

 

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1994

Le inchieste del pool di magistrati di Milano, passato alla storia con il nome di Tangentopoli, scuotono il mondo politico italiano. La corruzione e il malaffare dilagano favorendo l’acuirsi di un clima giustizialista di caccia alle streghe. Molti lanci dell’agenzia Ansa raccontano la vicenda  di Vito Alfonso Gamberale, amministratore delegato della Sip arrestato per concussione e assolto nel 1996. Gli inquirenti negano a Don Luigi Ciotti di fare visita all’imputato e così il Gruppo Abele diviene uno dei tanti protagonisti del cosiddetto ‘caso Gamberale’.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1993

E’ l’anno del referendum che cancella una parte importante dell’allora legislazione sulla droga. Gli elettori italiani scelgono di abolire gli articoli della Iervolino-Vassalli che istituiscono una dose media giornaliera e che prevedono sanzioni penali per i consumatori. La vittoria del sì è merito di una miriade di associazioni, tra cui il Gruppo Abele, che da anni si batte per sensibilizzare i cittadini verso un tema che non può essere affrontato solo dal punto di vista giudiziario e penitenziario.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1992

Tardo pomeriggio. 23 maggio 1992. Lungo l’autostrada A29 all’altezza dello svincolo di Capaci perdono la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della sua scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Ad ucciderli un’ingente quantità di tritolo. E’ sempre il tritolo che intorno alle 17 del 19 luglio 1992 uccide il magistrato Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. E’ l’inizio della guerra che la mafia dichiara allo Stato. Ma i cittadini reagiscono: un bagno di folla si riversa ai funerali delle vittime, le principali città italiane organizzazione fiaccolate e commemorazioni.  Passano pochi mesi, siamo ad ottobre, quando nasce la prima agenzia di informazione e analisi sulla connessione tra criminalità organizzata, potere economico, traffico d’armi e di stupefacenti. Si chiama Narcomafie, ed è stata fondata a Torino dal Gruppo Abele.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione 

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1991

 Nella città di Torino esiste una comunità invisibile. Invisibile perché protetta, in un clima di discrezione e serenità. Si tratta della prima comunità pensata per bambini malati di Aids da due mesi a tre anni di età. A gestirla è il Gruppo Abele. In questi anni l’Hiv è già molto diffuso ma la disinformazione, contagiosissima, continua a dilagare.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione 

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1990

Tra il 1 gennaio e l’8 settembre 1990 i morti per droga sono stati 776, contro i 655 dello stesso periodo del 1989. I chilogrammi di eroina sequestrati sono passati da 481 a 583. Il Parlamento italiano, per tutta risposta, approva una legge repressiva e incapace di affrontare il fenomeno della tossicodipendenza nella sua tragica complessità. Il Gruppo Abele è impegnato contro questa impostazione repressiva che testimonia solo l’incapacità di affrontare in modo costruttivo le origini del disagio.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione 

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1989

E’ un piccolo settimanale della Valsusa ad accorgersi per primo che Don Luigi Ciotti è circondato da agenti. Una scelta obbligata dopo le minacce ricevute dal religioso. Si ritiene che all’origine delle intimidazioni ci sia la lotta di Ciotti contro il narcotraffico. Un impegno che non si ferma nonostante tutto: è il 25 novembre quando sotto lo slogan “Educare non punire” piazza Navona, a Roma, diventa teatro di una grande festa per dire no alla droga.

 Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione

Read More

20 Mag Agenzie Ansa del 1988

Lenzi di Valderice, 26 settembre 1988. In un attentato mafioso perde la vita il sociologo e giornalista italiano Mauro Rostagno.

Torino, 11 ottobre 1988. Silvio Riviera, detto Flash, muore per overdose. Era stato uno dei primi a fare uso di sostanze stupefacenti nel capoluogo piemontese. La sua città lo saluta con una provocatoria cerimonia solenne celebrata da Monsignor Franco Peradotto e Don Luigi Ciotti.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione

Read More

20 Mag Agenzie Ansa dal 1986 al 1987

Il Gruppo Abele rappresenta una “sonda nel malessere giovanile”. Sono queste le parole che il giornalista dell’Ansa Marco Dell’Olmo usa per descrivere l’impegno del Gruppo Abele contro la tossicodipendenza. Non solo comunità di recupero, ma anche azioni culturali: Università della strada, allestimento di mostre, indagini e studi per promuovere una politica che metta al centro l’inclusione.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione 

Read More

11 Mag Agenzie Ansa dal 1981 al 1985

Gli anni ’80 sono appena iniziati, un decennio che passerà alla storia per lo yuppismo e per il cosiddetto riflusso: il ripiegamento nella sfera del privato e l’abbandono di ogni impegno politico. A Torino la marcia dei 40.000 segna la fine delle grandi lotte di massa. In questi anni il Gruppo Abele inizia a combattere quella che, di lì a poco, diverrà una vera e propria piaga sociale: l’eroina. I lancia dell’agenzia Ansa di questi anni testimoniano l’impegno dell’associazione non solo per il reinserimento dei tossicodipendenti ma anche per rimuovere le radici più profonde del fenomeno: disagio ed emarginazione.

Leggi le agenzie stampa sulla nostra associazione 

Read More

Facebook

Twitter

YouTube