Mario, al di là di tutti i limiti per "seminare un po' di giustizia" - Gruppo Abele - Sostienici

Mario, al di là di tutti i limiti per “seminare un po’ di giustizia”

Vicino alla sede del Gruppo Abele, nel vecchio quartiere operaio di San Paolo situato nella zona occidentale della città di Torino, ha vissuto Mario, un uomo la cui storia è rimasta sconosciuta ai più, ma la cui generosità ha toccato la vita di molti.

Da molto tempo si premurava di farci arrivare con regolarità una donazione per sostenere le nostre attività. Il suo impegno era accompagnato da una grandissima discrezione; non lo avevamo infatti ancora mai incontrato.

la storia di Mario

 

 

Un giorno Mario si presenta al centralino del Gruppo Abele, luogo che rappresenta per noi il primo sportello di accoglienza e ascolto. Viene indirizzato su sua richiesta all’ufficio raccolta fondi, dove la familiarità del suo nome si scontra con la nostra sorpresa nel vedere che era affetto da un grande handicap fisico e che, nonostante questo, era venuto fino alla nostra sede per incontrarci.

Ci consegna un foglio, scritto a mano; era il suo testamento. Mario aveva deciso di destinare una parte dei suoi beni al Gruppo Abele.

Da quel giorno si instaurò con lui un rapporto di fiducia che portò Mario a chiamarci di frequente e noi a premurarci che, dal momento che viveva solo, potesse avere tutto il sostegno e l’affetto di cui aveva bisogno. Questo rapporto di vicinanza discreta continuò così fino al giorno in cui Mario ci lasciò. Ce lo ricordiamo come un uomo orgoglioso che, nonostante tutte le difficoltà e le discriminazioni che aveva vissuto nella sua vita, aveva sempre lavorato duramente. Non si era mai risparmiato, né nelle fatiche quotidiane, né nell’altruismo e nel desiderio di giustizia sociale che lo ha spinto a starci a fianco senza limiti di tempo.

Nel suo testamento, a testimoniare la sua volontà di guardare oltre sé stesso, ha lasciato scritto che l’unica cosa che gli interessava veramente era che i suoi beni venissero utilizzati  “per seminare un po’ di giustizia.”

Dona dove c'è più bisogno

Dal 1965 il Gruppo Abele accoglie e sostiene le persone più fragili e contribuisce alla realizzazione di una società più giusta e solidale. Nel corso di cinquant’anni le nostre attività si sono ampliate e rinnovate nello sforzo di rispondere a bisogni sempre nuovi, senza mai scostarsi dall’anima e dal fine ultimo del nostro impegno: la dignità e la libertà delle persone.

×
La valigetta con l'indispensabile

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
In Africa con bambini e ragazzi

Il Gruppo Abele è impegnato da anni a Grand Bassam (Costa d’Avorio) dove svolge corsi di alfabetizzazione, visite ambulatoriali e anima una biblioteca pubblica.

×
Un posto a tavola

Attente all’unicità delle persone e delle loro storie, le comunità del Gruppo Abele offrono un sostegno calibrato a seconda delle esigenze e dei problemi: dipendenza da droghe, situazioni legate all’HIV/AIDS, traumi frutto di violenza famigliare, riscatto dal mercato della tratta e della prostituzione.

×
Libere dallo sfruttamento

Il Gruppo Abele è da sempre vicino alle persone costrette a prostituirsi, offrendo loro ascolto, riconoscimento e accompagnamento nella costruzione di una nuova vita.

×
Una porta sulla strada

Per chi è vittima di dipendenze (droghe, gioco d’azzardo, internet) ma anche per chi vive situazioni di povertà, vulnerabilità e disagio esistenziale, il Gruppo Abele offre un servizio di ascolto e di orientamento e una struttura di prima accoglienza.

×
Nelle periferie con i giovani

Gli “educatori di strada” del Gruppo Abele sono attivi nelle periferie e nelle zone più “a rischio” di Torino per costruire con i giovani vie alternative all’emarginazione e all’illegalità.

×
Donne che non si arrendono

La Comunità Mamma-Bimbo accoglie donne con figli minori che vivono situazioni di violenza, alta conflittualità familiare e forme di marginalità sociale che possono avere pesanti ripercussioni sulla salute psico-fisica del bambino e della donna.

×
Drop-in, la porta aperta sulla strada del Gruppo Abele

Il Drop-in è un luogo in cui chi vive la strada o una situazione di dipendenza da sostanze può trovare un momento di sosta, incontrare operatori disponibili all’ascolto e al sostegno, oltre che usufruire di alcuni servizi di prima necessità.

×
Dona dove c'è più bisogno

Dal 1965 il Gruppo Abele accoglie e sostiene le persone più fragili e contribuisce alla realizzazione di una società più giusta e solidale. Nel corso di cinquant’anni le nostre attività si sono ampliate e rinnovate nello sforzo di rispondere a bisogni sempre nuovi, senza mai scostarsi dall’anima e dal fine ultimo del nostro impegno: la dignità e la libertà delle persone.

×
Dona dove c'è più bisogno

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Un posto a tavola

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Nelle periferie con i giovani

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Libere dallo sfruttamento

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Una porta sulla strada

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×