Data: 06/01/2020
Orario: 18.00 pm
 About Us

Il condominio delle fiabe

23 Dic Il condominio delle fiabe

Data: 06/01/2020
Orario: 18.00 pm

Torino – Cohousing Via delle Orfane 15

Per una sera, il 6 gennaio 2020, il Cohousing di Via delle Orfane 15 del Gruppo Abele, grazie alla collaborazione della Rete Italiana di Cultura Popolare e con il sostegno del Polo del ‘900, diventa Il condominio delle fiabe.
Tre turni per ascoltare le nuove storie, ci si potrà prenotare per il percorso delle 18, 19 o 20. L’ingresso è in piazza della Visitazione, accanto al numero 13. 

Il prezzo del biglietto?
Arance, mandarini e frutta secca da condividere!
Questo si domanda ai convitati per poter entrare ad ascoltare le storie raccontate dai partecipanti del Laboratorio di narrazione condotto da Antonio Damasco, direttore della Rete Italiana di Cultura Popolare.
Il pubblico attraverserà sei stanze diverse. In ognuna sarà raccontata una storia. Quella dell’amore ai tempi del lavoro precario e dei pochi diritti, che si incontra per poche ore a notte in un angolo caldo del letto, perché quando lui inizia a lavorare lei rientra a casa e viceversa.
C’è la storia di un padre che si trova davanti a una magnifica tavola imbandita e chiede dei suoi figli, uno non c’è, è morto dopo essere fuggito via proprio perché il genitore non accettava la sua omosessualità.
Un’altra storia narra di due persone senza tetto che si innamorano sulla strada e, nel freddo inverno, ritrovano un po’ di calore, almeno nell’anima.
C’è poi il racconto di una rinascita interiore, dopo una brutta depressione, che riparte una mattina per caso, grazie al profumo di una tazza di caffè. Questo evoca nella protagonista ricordi del passato, fa emergere energie perdute e dà la spinta per la ripartenza.
Queste e altre fiabe moderne saranno l’occasione di passare un po’ di tempo insieme, sbucciare mandaranci e noccioline e ripartire, feste alle spalle, con il nuovo anno.
“Si tratta di un’iniziativa portata avanti dalla Rete dal 2015 che ha una particolare attenzione alla comunità di prossimità del centro culturale Polo del ‘900 – racconta il direttore della Rete, Antonio Damasco – Il progetto sostenuto dalla Fondazione Polo del ‘900 rientra nelle azioni di un teatro per una comunità”.

Per prenotare è necessario scrivere a: [email protected]



Facebook