About Us

Messico: Chiapas; appello, “Italia chieda iniziative Ue”

04 Giu Messico: Chiapas; appello, “Italia chieda iniziative Ue”

12-01-98

(Ansa) – Roma, 12 gen – Con la strage compiuta il 22 dicembre
scorso nel Chiapas da bande paramilitari “si è violato l’articolo 1
del Trattato di cooperazione economica tra il Messico
e l’Ue che vincola la applicazione degli accordi al rispetto
dei diritti umani”. Lo affermano in un appello numerosi
intellettuali e politici italiani (tra i firmatari, Alberto Asor
Rosa, Antonio Bassolino, Dario Fo, Fausto Bertinotti, Franco
Ferrarotti, Massimo Cacciari, Leoluca Orlando, don Luigi Ciotti)
quali chiedono al Governo di farsi interprete presso l’Ue della
loro richiesta che sia applicato l’art. 58 del trattato, che
prevede che la validità sia sospesa in caso di violazioni dei
diritti umani.
Gli autori dell’appello chiedono che il trattato sia sospeso
“fino a quando non saranno disarmate le bande paramilitari e non
sarà consentito a organizzazioni indipendenti e riconosciute
internazionalmente di verificare il rispetto dei diritti umani
nelle zone di conflitto”.
Nell’appello si chiede anche che l’Ue compia un passo presso
il presidente Zedillo affinché revochi il veto alla proposta di
riforma costituzionale, attui una progressiva smilitarizzazione
del Chiapas, consenta ad una commissione internazionale di
giuristi di indagare sulla strage e si impegni a risolvere il
contenzioso con il negoziato.



Facebook

Twitter

YouTube