About Us

Morte Riina: il rispetto per un uomo non cancella una vita violenta

23 Nov Morte Riina: il rispetto per un uomo non cancella una vita violenta

23.11.2017 | Famiglia Cristiana

La notizia della morte di Riina l’ha raggiunto di ritorno da Ostia, dall’ennesimo intervento contro le mafie. Che cosa ha pensato, don Ciotti? «La morte di Riina, come la morte di ogni persona, chiede rispetto. Ma questo non può farci dimenticare la sua vita e le sue azioni. Nel caso di Riina è stata una vita violenta, incompatibile con l’etica del Vangelo, una vita che ha causato la sofferenza e l’omicidio di tante persone. Ciò detto, il mio primo e molto caro pensiero è andato alle sue vittime e ai loro famigliari. Si è molto parlato in questi giorni della morte di Riina ed è anche comprensibile, perché, pur nel negativo, è stata una figura chiave della nostra storia recente, ma credo anche che si debba sapere che mentre Riina è morto le sue vittime sono ancora vive. Vive grazie a chi, in tante parti d’Italia, non le ricorda solo a parole e occasionalmente, ma impegnandosi ogni giorno per realizzare i loro ideali di giustizia, verità e libertà»
Leggi l’articolo su Famiglia Cristiana



Facebook

Twitter

YouTube